Laura Boldrini adotta due agnellini e li porta a Montecitorio

Ecco Gaia e Gioia: sono i due agnellini che la presidente della Camera Laura Boldrini ha "adottato a distanza"

Le ha “battezzate” Gaia e Gioia: sono le due pecorelle di due mesi che la presidente della Camera Laura Boldrini ha “adottato a distanza” ricevendole a Montecitorio accompagnate dalle due volontarie dell’Enpa e dalla presidente dell’Ente protezione animali Carla Rocchi.

Accoccolate sul tappeto dell’anticamera della presidenza della Camera, guardate da commessi in divisa e guanti bianchi, le due pecorelle (che ovviamente belavano e che sono forse i primi animali vivi ad entrare ‘ufficialmente’ nella sede parlamentare) non si trasferiranno nella casa di Boldrini (“non ho un giardino e il mio gatto, Gigi, potrebbe risentirsi”, spiega) ma resteranno nella fattoria didattica dove sono nate e vivono.

“Secondo me si candideranno in Parlamento”, dice scherzando Carla Rocchi mentre presenta le pecorelle “che si sono già adeguate al Palazzo” a una entusiasta Boldrini, felice perché “sono state salvate dalla macellazione”.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti