Le 5 insolite zone del corpo da proteggere con la crema solare

La crema solare va spalmata con attenzione su tutto il corpo, questo lo sanno tutti: eppure ci sono delle zone che vengono sempre dimenticate

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi piĆ¹ alti!

Estate, tempo di vacanze e soprattutto di sole: la protezione solare non va mai dimenticata, che si passino i mesi più caldi al mare, in montagna o in città.

Quando il sole picchia infatti non c’è località che tenga: le scottature non fanno sconti, anche se si passa l’estate a casa. Per questo è molto importante proteggersi adeguatamente, con i prodotti giusti e nella corretta quantità, per evitare danni a breve e a lungo termine.

Ci sono alcune zone del corpo che non ci sembra necessario proteggere, o meglio che tendiamo a dimenticarci quando spalmiamo la crema solare: grave errore, perchè secondo uno studio della Skin Cancer Foundation sono anche quelle che più spesso vengono attaccate dai tumori della pelle.

Quando spalmiamo la crema solare sul viso, non dobbiamo dimenticare tempie, orecchie e labbra. Spesso si tende a distribuire il prodotto solo su naso, mento e fronte, allargandolo poi frettolosamente sulle guance. La crema protettiva va invece messa con cura in modo omogeneo su tutto il viso, senza dimenticare zone esposte esattamente come le altre come appunto i lati del viso (tempie e orecchie) e le labbra.

Le labbra, delicate al pari del contorno occhi e delle palpebre, andrebbero protette con un prodotto specifico.

La crema solare va spalmata con attenzione anche sul collo, nella zona della nuca, appena sotto l’attaccatura dei capelli: una zona che resta sempre in ombra se si hanno i capelli lunghi e che invece al mare, complice il caldo e la tentazione di raccoglierli, potrebbe trovarsi esposta senza protezione.

Infine, i piedi: in molti hanno sperimentato l’ebbrezza di scottarsi il collo del piede e sanno cosa significa non poter poi più indossare le scarpe per una settimana… eppure, è una zona che si continua a trascurare quando si spalma la crema solare sul corpo.

In conclusione, ricordiamo che la crema solare va distribuita con cura su tutte le parti del corpo esposte al sole, che la distribuzione va rinnovata ogni paio d’ore al massimo (anche prima se si fa il bagno) e che in ogni caso si deve evitare l’esposizione al sole nelle ore più calde (12-14). Grandi alleati della nostra pelle in spiaggia sono cappelli e occhiali da sole, non dimentichiamo di metterli in borsa!

 

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti