Le regole da seguire per preparare un ottimo caffè

Preparare un ottimo caffè è diventata un’arte e i veri intenditori lo sanno: ecco le regole da seguire e gli errori da evitare

16 Gennaio 2021
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

L’avvento delle macchinette da caffè a cialde o a capsule ha inevitabilmente inciso sull’utilizzo della moka: la cara vecchia moka, sì, non se la passa granché bene eppure per tanti tantissimi anni ha vissuto tempi gloriosi. Se ora preparare un caffè significa fondamentalmente premere un bottone, prima era un rito, da ripetersi ogni mattina con la stessa devozione e attenzione sperando che il risultato fosse degno di tanta cura.

Esistono indubbiamente una serie di regole da seguire affinché si riesca a preparare un ottimo caffè, e indubbiamente usare la moka è la prima di queste (ecco come pulirla a fondo senza rovinarla). Dopodiché dobbiamo scegliere una miscela di qualità e conservarla lontano da umidità o aromi particolarmente intensi poiché il caffè assorbe gli odori.

Per una buona riuscita del caffè, va tenuto conto, inoltre, dell’importanza dell’acqua: da evitare completamente quella troppo calcarea o calda; la caldaia della moka va riempita esattamente fino alla valvola di sicurezza, altrimenti il caffè verrà o troppo diluito o al contrario troppo ristretto.

Mai, mai e poi mai pressare il caffè nel filtro per farcene entrare di più: di certo l’effetto “cialda” non vi darà un caffè simile a quello che gustate al bar; inoltre una volta messa la moka sul gas e chiuso il coperchio, bisogna fare attenzione al momento in cui questa inizia a gorgogliare.

È proprio in questa fare che si rischia di creare della condensa all’interno della macchinetta: il consiglio degli esperti, allora, è quello di alzare il coperchio e lasciar fuoriuscire l’oro nero (poi non buttate i fondi del caffè, ecco come riutilizzarli) per poi versarlo nella tazzina non quando è venuto su tutto, ma leggermente prima.

Infine lasciare la moka sul fuoco per “far bollire” ancora un po’ il caffè è un errore madornale poiché l’aroma tipico della bevanda acquisterà un sentore di bruciato che vanificherà tutti gli sforzi.

Questi, insomma, i suggerimenti per preparare un ottimo caffè da far invidia ai baristi di Napoli… E voi, conoscete altri trucchetti di questo tipo? Siamo tutti orecchie!

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti