2, 0, 0, 2, 2, 0, 0 trend

Le tarme sono ghiotte di cheratina: sapete dove si trova?

Le tarme, che corrodono i vari tessuti, si nutrono della cheratina. Di cosa si tratta e quali sono le proprietà di questa sostanza? Dove si trova?

Le tarme sono il nemico in assoluto dei nostri armadi. Questi piccoli insetti, chiamati scientificamente càmole, assomigliano a delle piccole farfalle e fanno parte della famiglia dei lepidotteri. Le larve si nutrono principalmente di tessuti come lana, cotone e seta; questo perché nella lana è presente una sostanza di cui vanno ghiotti che è la cheratina.

La cheratina è presente anche nei peli, è una proteina ricca di vitamine e oligoelementi. Le larve preferiscono soprattutto i tessuti sporchi, come ad esempio gli indumenti che emanano odore di sudore umano, anche perché non bevendo l’acqua, ciò che mangiano deve contenere liquidi.

Il ciclo vitale delle tarme

Quindi, nell’antichità quando l’uomo non aveva il problema di vestirsi, per le tarme era molto più semplice nutrirsi dato che potevano attaccare le pelli d’orso o di leone indossate proprio dall’uomo. Negli ultimi anni numerose aziende propongono diverse tipologie di sostanze similari alla cheratina che potrebbero risultare dannose per il cuoio capelluto.

Il ciclo vitale delle larve è molto breve: questo inizia dalla nascita e finisce non appena si riproducono. Capita spesso di far confusione sulle tarme che attaccano i nostri armadi. Ebbene sì, coloro che si nutrono dei nostri indumenti rendendoli impresentabili non sono le tarme adulte, bensì le larve.

Caratteristiche della cheratina

Smog, stress, cambiamenti climatici? I primi a soffrire di questi fenomeni sono soprattutto i nostri capelli. I trattamenti alla cheratina potrebbero essere una soluzione efficace per risolvere il nostro problema. La cheratina agisce sui capelli sfibrati, crespi e spenti poiché contiene delle proprietà in grado di regolare la struttura del capello rinforzandolo.

Quali sono le proprietà della cheratina? Di seguito ne elenchiamo alcune. Innanzitutto, a seconda della concentrazione disolfuro, la cheratina può essere molle o dura, alfa o beta. Ad esempio, quella presente nei capelli è la cheratina alfa e si caratterizza per la presenza di idrogeno che rende resistenti ed elastici i nostri capelli. Quando questi sono esposti al sole o all’umidità, la cheratina può trasformarsi in beta, facendo in modo che rimangano lisci. Inoltre, altra proprietà è quella presente nelle cuticole dei capelli che garantisce la brillantezza.

 

 

 

TAG:

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti