Leicester, Morgan dai 16 kg persi al gol in Champions

Il giamaicano eroe contro il Siviglia. Per arrivare al top ha dovuto mettersi a dieta

Fonte: GettyImages

Il Leicester, per la prima volta nella sua storia, ha conquistato un posto tra le migliori otto squadre della Champions League. Un risultato eccezionale, figlio del 2-0 tra le mura amiche con cui le Foxes hanno ribaltato l’1-2 dell’andata.

La prima rete del Leicester è stata siglata da Wes Morgan. Per il capitano del club inglese, classe 1984, si tratta del primo gol in Champions (in generale, prima rete di un giocatore giamaicano nella massima competizione europea).

La storia di Wes Morgan è degna di nota. La sua carriera è stata complicata. A 17 anni, come raccontato dal portale UOL, Morgan è stato “liberato” dal Notts County perchè in sovrappeso. Quando si stava preparando a lavorare come ragioniere, un suo allenatore universitario l’ha convinto a riprovare con il calcio. Arriva così il provino con il Nottingham Forrest e il contratto per un solo mese.

A quel tempo era ancora sovrappeso: “Ricordo che l’allenatore delle giovanili mi ha nascosto in modo che l’allenatore non vedesse che ero troppo grasso”, racconta lo stesso Morgan. L’attuale difensore delle Foxes decide così di mettersi a dieta e di allenarsi duramente. Al termine di quella stagione, perde la bellezza di 16 kg.

Diventa così un giocatore importante, prima per il Nottingham Forrest e, a partire dal 2012 (è costato “solo” un milione di sterline), per il Leicester. Ora il gol in Champions League che ha regalato i quarti di finale all’ex squadra di Ranieri. I sacrifici, a volte, pagano.06

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti