9 maggio 2018: un anno di Liberato, il cantante senza volto

Il 13 febbraio 2017 nasceva il fenomeno Liberato, con il brano “9 maggio”. Ripercorriamo le tappe della carriera del misterioso rapper napoletano

A poche ore da quello che si preannuncia essere uno evento storico per i fan di Liberato, ripercorriamo le tappe della carriera del cantante senza volto.

Il 13 febbraio 2017 appare su You Tube un video cantato da uno sconosciuto che risponde al nome di Liberato, “Nove maggio” il titolo della canzone che nel giro di pochi mesi raggiunge 9 milioni di visualizzazioni.

Ma l’identità di Liberato rimane misteriosa, contribuendo ad alimentare la curiosità e il fascino intorno al rapper. E il 9 maggio, Liberato esce con un nuovo brano, “Tu t’è scurdat’ ‘e me”, il racconto di una storia d’amore tra due ragazzi napoletani, accompagnato anche stavolta da un video diretto da Francesco Lettieri.

Sono tanti i giovani che si riconoscono nelle parole di Liberato che, mescolando la canzone neomelodica a ritmi caraibici, ha inventato un genere tutto suo, riconoscibile ormai dalle prime note. Tutto senza svelare mai la propria identità.

Nel frattempo, il 19 settembre, San Gennaro, arriva un altro singolo, accompagnato da un video multietnico, sempre diretto da Lettieri. È “Gaiola Portafortuna”, che raggiunge migliaia di visualizzazioni nel giro di poche ore.

A questo punto, viene annunciata la prima esibizione live del misterioso rapper, al Mi Ami di Milano. Ma a presentarsi sul palco non è Liberato, bensì due colleghi, Calcutta e Dj Shablo. Stessa storia anche per un’altra esibizione live, al Club Tenco, dove, ancora una volta, il cantante non si è presentato personalmente.

A gennaio 2018, la pubblicazione di “Me staje appennen’ amò”, con la stessa dinamica delle altre volte: un video pubblicato su You Tube in cui un fantomatico Liberato appare sempre di spalle con una felpa con cappuccio.

In tutti questi mesi le ipotesi sull’identità del fenomeno napoletano sono state tante, qualcuno ha detto che Liberato è in realtà lo stesso Lettieri, qualcun altro ha visto un’analogia tra i testi del cantautore e i versi di un poeta di Scampia, Emanuele Cerullo, altri hanno ipotizzato che dietro Liberato non ci sia una sola persona ma un intero collettivo di musicisti.

Il colpo di scena finale lo abbiamo il 2 e il 3 maggio, quando escono, a distanza di 24 ore, due nuovi singoli, “Intostreet” e “Je te voglio bene assaje”, con protagonista sempre la storia d’amore tra una ragazza di Posillipo e un giovane dei quartieri più poveri della città.

E, se non bastasse questo a entusiasmare ancora una volta i fan, arriva l’annuncio di un concerto live a Napoli per il 9 maggio, al tramonto, per presentare il primo album. Da quando è stata data la notizia, nei vari gruppi dedicati al cantante è cresciuta l’adrenalina e la tensione per la serata del 9 maggio, con ragazzi che si sono organizzati per non perdere neanche un secondo di quella che potrebbe essere la prima apparizione del loro idolo.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti