L’iniziativa di un museo che offre servizio di dog sitting

Al via il progetto sperimentale di un museo nella provincia di Varese che si prende cura dei nostri amici a quattro zampe mentre si visita la mostra.

5 Agosto 2021
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

Sarà capitato più volte ai padroni di cani di dover rinunciare a una visita al museo per restare con i propri amici a quattro zampe. Proprio pensando a loro, il Castello di Masnago in provincia di Varese ha avviato un progetto sperimentale di dog sitting. A partire dal 5 agosto, infatti, chi vuole visitare la mostra ‘Giappone: disegno e design’ può affidare il proprio animale agli operatori per il tempo della permanenza.

Il servizio (a pagamento) è prenotabile online tramite il portale Varese Convention&Visitors Bureau ed è reso possibile dalla collaborazione di diversi soggetti. Sono, infatti, coinvolti fra gli altri il Comune di Varese, l’Associazione di promozione sociale Varese Dogs’ City Park e il Centro Istruzioni Amici del Cane Varese (CIAC).

“Prende il via un’iniziativa per chi ama l’arte e si muove con amici a quattro zampe”, si legge in un post sulla Pagina Facebook del Comune lombardo che introduce con orgoglio l’iniziativa. L’obiettivo è muoversi nella direzione di “una città sempre più dog-friendly anche nell’accesso ai luoghi della cultura, seguendo così l’esempio delle principali città d’arte italiane”.

Così, mentre i padroni visitano in tutta tranquillità l’esposizione, i cani possono correre nel verde di Parco Mantegazza. Per le giornate, invece, in cui il meteo è inclemente, è garantito agli animali uno spazio all’aperto ma al coperto sempre seguiti dai dog sitter. A svolgere questo ruolo sono educatori, istruttori cinofili e operatori della CIAC che garantisce la professionalità del servizio offerto.

“Sempre più turisti viaggiano in compagnia dei propri cani”, ha dichiarato a Repubblica.it l’Assessore al Turismo Fabrizio Lovato spiegando la scelta di avviare il progetto. Il servizio è disponibile dal giovedì alla domenica dalle 10 alle 12 e dalle 14 alle 17 fino al termine della mostra l’11 settembre 2022. La durata minima è di un’ora per un massimo di due: il tempo perfetto per godersi la visita.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti