Perché il live di Bon Iver sarà uno dei più importanti dell’anno

Bon Iver ha annunciato un concerto in Italia per il prossimo anno e noi non vediamo l’ora che arrivi il 17 luglio 2019

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

La notizia bomba è arrivata: Bon Iver suonerà in Italia nel 2019 e l’internet è andato già in fibrillazione totale.

Ormai è certo: Bon Iver suonerà in Italia. L’annuncio è stato dato la mattina del 20 novembre 2018 e ha un che di spettacolare. Non solo perché stiamo parlando di uno degli artisti indie più famosi al mondo, vincitore di due Grammy Awards e autore di tre album che hanno fatto la storia della musica. Ma perché sono anni che i fan vogliono il ritorno di Bon Iver in Italia. All’anagrafe Justin Vernon, Bon Iver suonerà il 17 luglio 2019 al Castello Scaligero di Villafranca. I biglietti saranno venduti al prezzo di quaranta euro più i diritti di prevendita e saranno acquistabili a partire dal 23 novembre sulla piattaforma Ticketone. Considerando che stiamo parlando di Bon Iver, è probabile che si registri il sold out in men che non si dica.

Ma perché Bon Iver è così importante per la musica mondiale? Perché i suoi testi hanno segnato il manifesto di un’intera generazione. Soprattutto quelli del suo primo album, uscito nel 2007, dal titolo “For Emma, Forever Ago”. Bon Iver è riuscito a comporre delle musiche intime, emotivamente profonde e in grado di toccare le corde dell’animo umano. Non è un caso che il disco abbia scalato le vette delle classifiche degli Stati Uniti, del Regno Unito, del Belgio, dei Paesi Bassi e dell’Irlanda.

Ma Bon Iver non si è limitato solo al successo del primo album, perché con il secondo ha fatto quel passo in avanti che lo ha consacrato a mostro della musica internazionale. “Bon Iver, Bon Iver”, uscito nel 2011, è un’esplosione di suoni che fanno pensare sia a un paesaggio lussureggiante e incontaminato, sia a un’ambiente spettrale e non di questo mondo. Ed è infatti con quest’album che il nome di Bon Iver si fa conoscere in tutto il mondo. Collabora con Kanye West, partecipa alla colonna sonora di “Twilight”, “Restless” e “Paradiso Amaro”. Tutti lo ascoltano e comprano i suoi album, e nessuno può negare la sua originalità e bravura.

Il terzo album di Bon Iver è uscito nel 2016 e s’intitola “22, A Million”. Dieci canzoni che hanno fatto letteralmente impazzire pubblico e critica e che confermano lo stile di Bon Iver: quello di creare dei testi che sono una vera e propria introspezione personale, un viaggio all’interno della coscienza. Ed è di questa estate la notizia della formazione di Big Red Machine, duo musicale composto con Aaron Dessner dei The National e dell’omonimo album. Una ragione in più per aspettare il concerto di Bon Iver.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti