Lo strano caso della donna allergica al marito (e non in senso figurato)

Una rara sindrome

Fonte: Copyright (c) APCOM.

Roma, 16 gen. (askanews) – Johanna Watkins è allergica a suo marito Scott. Non in senso figurato, ma fisicamente. E’ infatti ammalata di un raro disordine, la Sindrome da attivazione dei mastociti (MCAS), che la rende allergica a molte cose, tra le quali l’odore del marito. Lo racconta oggi la Bbc.

I sintomi di questa malattia possono variare da paziente a paziente. Nel caso di Johanna sono particolarmente severi e la rendono potenzialmente allergica a tutto e a rischio di violenti shock anafilattici che potrebbero portarla alla morte.

Johanna vive in una stanza del loro attico con porte e finestre sigillate. Filtri purificano costantemente l’aria. “Quando io e Scotto vogliamo vedere uno show alla televisione assieme, non possiamo stare nella stessa stanza nello stesso momento e quindi ci mandiamo messaggi su quanto stiamo vedendo”, ha raccontato la donna di 29 anni.

Prima del matrimonio Watkins non aveva ancora sviluppato la malattia in una forma così grave. In un primo momento si è manifestata dapprima con attacchi di prurito ed emicranie. Dopo il matrimonio però i sintomi si sono aggravati. Johanna lavorava come insegnante e spesso, col marito, facevano roccia.

“Ci sono stati momenti tre o quattro anni fa, prima della diagnosi, che quando mi avvicinavo troppo a mia moglie, quando la mia faccia era vicina alla sua, lei iniziava a tossire”, racconta Scott.

E’ stato solo lo scorso anno che la coppia ha percipito il pericolo della convivenza. “Mi sono accorta che quando Scott veniva in stanza, io iniziavo a sentirmi sempre peggio. I miei normali sintomi quotidiani andavano aggravandosi”, ha spiegato Johanna.

Nessuna delle cure solitamente applicate per la MCAS ha finora aiutato Johanna. Attualmente la donna non lascia la sua stanza da più di un anno, salvo le visite in ospedale o presso lo studio del dottore. Al mattino ascolta musica, poi scrive ad amici e parenti o fa videochiamate ai nipotini.

Le uniche persone nei confronti delle quali non c’è stata reazione allergina sono le sorelle. Ma, prima di entrare nella stanza, devono accuratamente ripulirso con un sapone speciale e cambiare gli abiti compresa la biancheria. Mettere maschere e abiti sterili, che non hanno mai lasciato la stanza di Johanna.
Nonostante tutte queste attenzioni, la sua situazione non migliora.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti