Cosa sappiamo su "Luna Nera", serie tv Netflix sulla stregoneria

Si chiamerà "Luna nera", sarà ambientata nel XVII secolo e parlerà di stregoneria. I dettagli sulla nuova serie made in Italy che arriverà su Netflix

Si chiamerà “Luna Nera”, è prodotta da Fandango ed è una nuova serie tv italiana in arrivo su Netflix.

Il progetto è all’inizio, infatti non sono ancora in atto le riprese, ma la tematica è stata resa nota. E mentre di date ancora non si sa nulla, possiamo, però, già affermare che parlerà di stregoneria e sarà ambientata nel corso del XVII secolo. Secondo quanto annunciato, “Luna Nera” racconterà le vicende di un gruppo di donne che sono sotto accusa perché considerate delle streghe. La storia prenderà il via da una giovane ragazza costretta a fuggire dal suo villaggio insieme al fratellino, che verrà accolta proprio dal gruppo di donne. A quel punto dovrà scegliere tra “l’amore impossibile e un destino reale”.

La serie tv è tratta da un manoscritto inedito di Tiziana Triana; è ideata dall’autrice insieme a Francesca Manieri e Laura Paolucci ed è realizzata in collaborazione con Fandango, casa di produzione e distribuzione cinematografica.

E “Luna Nera” è il terzo prodotto made in Italy annunciato da Netflix. Dopo “Suburra”, è stata infatti segnalata anche l’uscita di “Baby”, una serie che è stata ispirata dalla scoperta del giro di prostituzione minorile a Roma nel 2014.

“Luna Nera” sarà una serie storica tutta al femminile, anche se per il momento è stata resa nota solamente la trama. Infatti non è stata ancora accertata la data di uscita sulla piattaforma di streaming, così come le riprese non sono ancora iniziate. Come riporta il sito di Fandango, Erik Baramack, VP international Originals di Netflix ha dichiarato: “Siamo entusiasti di sviluppare una storia così originale e con un nuovo partner in Italia – e poi ha aggiunto -. Il manoscritto ha una fitta rete di personaggi, fa riferimento a una mitologia profondamente radicata nella leggenda locale e ci offre ‘opportunità di realizzare uno show tutto al femminile in modo unico in Italia”. Anche Domenico Procacci Ceo di Fandango ha commentato il progetto: “Insieme abbiamo la possibilità di realizzare qualcosa di autentico, spettacolare e molto originale. È l’inizio di una nuova avventura che si preannuncia molto entusiasmante”.

Ora non resta che attendere le prossime notizie su quando si partirà con le riprese e sugli attori che andranno a comporre il cast.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti