Madrid dice addio agli animali selvatici al circo

Il comune di Madrid, con a capo Manuela Carmena, ha disposto un provvedimento per combattere lo sfruttamento degli animali selvatici nei circhi

Fonte: Instagram

Molti di noi hanno assistito almeno una volta nella vita al circo nella propria città di appartenenza o comunque hanno saputo di conoscenti o amici che si recavano a vedere tali tipologie di spettacoli: ovviamente l’attrazione principale di essi sono molto spesso gli animali che catalizzano l’attenzione dei curiosi, tra le polemiche di chi è contro e il sostegno di chi è a favore e appoggia un intrattenimento simile.

A tal proposito da Madrid arriva una notizia recente che sicuramente farà discutere e creerà le solite schiere di persone che si opporranno al provvedimento preso dal comune della capitale spagnola. Vediamo nello specifico di che cosa si tratta.

Niente più sofferenze per gli animali nel circo

Il sindaco Manuela Carmena, salita al più alto grado dell’amministrazione madrilena con Podemos, ha stabilito che gli spettacoli di circo “con esibizione di animali selvatici” saranno vietati d’ora in poi a Madrid: il consiglio comunale ha votato a maggioranza il provvedimento in nome di un bene più grande del semplice divertimento, ossia la “difesa dei diritti storici degli animali”.

Hanno contribuito alla manovra sia Ahora Madrid, la lista del sindaco, quella di socialisti e di Ciudadanos. Insomma, un fronte comune diretto a cambiare l’approccio delle istituzioni verso manifestazioni del genere. Una decisione che sembra possa essere seguita a ruota da città come Cadice e Barcellona, anch’esse legate a Podemos. L’obbiettivo è quindi la radicale modifica della normativa che risale al 2001, affinché si possano difendere “gli animali dalle molte ore di castigo, stress e sofferenza” cui devono sottostare durante l’addestramento e le esibizioni in pubblico.

Contromisure dell’associazione dei lavoratori del circo

L’associazione dei lavoratori del circo di Madrid, costituita da circa 2000 individui, si è già detta pronta a fare ricorso affermando che la sicurezza e le condizioni ottimali degli animali selvatici sono già assicurate dai controlli settimanali in cui è adoperata la polizia locale. “Gli animali – sostiene Joy Gardner, domatore di elefanti – nascono in cattività e dispongono di grandi recinti per correre”.

L’associazione, inoltre, a quanto pare denuncerà il comune di Madrid per abuso di potere. Nel frattempo fuoriescono notizie di minacce di animalisti ai lavoratori di vari gruppi coinvolti negli spettacoli di animali che operano nella zona della capitale.

TAG:

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti