Magia con la frutta: la macchina che crea vino, sidro e birra

Una macchina che dalla frutta fa vino, ora esiste. Con la tecnologia smart è possibile ottenere bibite per ogni gusto e da condividere con gli amici

Fonte: pixabay.com

La macchina che dalla frutta fa il vino è stata progettata da Oscar Chang, un imprenditore di San Francisco. Negli ultimi anni la tecnologia si sta mettendo al servizio della casa. Gli elettrodomestici si stanno adeguando al cambiamento e sempre più spesso vengono progettati apparecchi in grado di rendere più piacevoli non solo le faccende domestiche, ma anche la preparazione di cibi e bevande. Dopo la macchina per conservare gli avocado, adesso arriva la macchina per creare vino, birra e sidro.

In commercio già ci sono elettrodomestici in grado di preparare bibite fatte in casa, ma Alchema ha rivoluzionato il modo di preparare il sidro artigianale. Tramite Kickstarter, un popolare sito di crowsfunding, il progetto di Chang ha preso forma. I primi sostenitori di Alchema se la sono aggiudicata a 329 dollari, risparmiando 70 dollari dal suo prezzo effettivo. Nei primi giorni d’avvio, la campagna Kickstarter aveva raggiunto 16 mila dollari: l’obiettivo è di reperire 80 mila dollari in 44 giorni. La macchina da frutta per vino riesce a trasformare per esempio i frutti rossi in una deliziosa frutta di sidro.

Utilizzare la macchina della birra Alchema è molto semplice. Bisogna prima di tutto scaricare un’applicazione gratuita sul proprio smartphone. Sul mobile viene individuata la ricetta e selezionata. Si preparano gli ingredienti di base per il cocktail, qualunque esso sia, di solito si compongono di frutta, zucchero, acqua e lievito. Si carica all’interno della macchina il frutto scelto, il boccale di acqua, quindi lo zucchero e la quantità specifica di lievito. Ogni passaggio è monitorato dallo smartphone con un sensore di peso “built-in” della macchina. Prima di versare la bevanda nei bicchieri, occorre attendere circa una o due settimane: il tempo necessario per permettere alla frutta di fermentare.

Quando il processo di fermentazione è completo, lo smartphone avvisa con un messaggio. In America si usa molto preparare il sidro artigianale, ma a volte il risultato è compromesso per una cattiva manutenzione dell’apparecchio. Alchema richiede agli utenti poca pulizia, grazie a una luce LED UV-C, il contenitore viene adeguatamente disinfettato prima dell’uso, così da evitare ogni contaminazione e provocare un cattivo gusto. Sempre con lo smartphone, è possibile controllare come procede la preparazione della bibita senza neppure aprire in continuazione il contenitore.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti