Mai più senza il boccale che non vi copre la Tv quando bevete

Inventato anche il boccale di birra che ci permetterà di vedere la tv senza ostruzioni. Ecco le caratteristiche

In America c’è un concetto che si chiama “problema del primo mondo”, o “first world problem”. In pratica si tratta di un termine usato per descrivere quei problemi da primo mondo, cioè cose per cui la gente dell’Africa o dei paesi mediorientali ci riderebbe dietro. Cose come avere l’aria condizionata troppo forte al lavoro, che dimostrano quanto siamo privilegiati.

Beh, di tutte le trovate da primo mondo che ho visto, questa le batte tutte. Qualcuno in America si è reso conto che bere birra da un boccale significava bloccare la vista della televisione quando si guardava un film. Un problema da risolvere il prima possibile, qualcosa che non lo lasciava dormire la notte. Ma come fare? Non si può mica bere birra da un bicchiere qualunque.

Il boccale tagliato per vedere la tv

Ed ecco la geniale soluzione: modificare il boccale da birra per fare in modo che permetta di guardare lo schermo mentre si sorseggia la propria lager preferita. Il boccale ha un taglio di 45 gradi sull’orlo, riempito per evitare di far fuoriuscire il prezioso liquido. In questo modo non ci sarà nessuna ostruzione che vi faccia perdere l’azione della partita o il momento finale di una serie.

Come da tradizione per tutte queste trovate, che da noi sono (chissà per quale motivo!) a volte chiamate americanate, il boccale non è di vetro ma di plastica di basso livello. Se proprio non volete perdere un singolo istante della vostra telenovela preferita o una sola goccia della vostra Peroni, allora è quello che fa per voi, al modico prezzo di circa dieci dollari.

Le cose strane nei negozi dei giorni d’oggi

È chiaro che un prodotto del genere non è stato creato per servire un vero e proprio scopo. L’obiettivo principale sembra proprio essere quello di far parlare di se, sfruttando questa idea per far scrivere articoli su se stesso – articoli proprio come quello che state leggendo adesso. Il trucco è semplice: si crea una cosa a prima vista inutile, ma che crea curiosità.

E poi la si butta online: il popolo della rete va pazzo per queste cose. E il produttore gode di una fantastica pubblicità gratuita. Certo, nessuno vi giudica se comprate queste cose, alla fine sono soldi vostri. E chissà, magari risolvono dei problemi che avete davvero. Alla fine ognuno di noi sa meglio di chiunque altro cosa vuole nella propria vita.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti