In manette il gestore del sito di streaming Rojadirecta

Arrestato in Spagna il fondatore della popolare piattaforma Igor Seoane, denunciato da diverse pay tv per violazione del diritto d'autore

Igor Seoane, amministratore del sito Rojadirecta, la popolare piattaforma online che consente di vedere in streaming le partite di calcio e gli eventi sportivi, è stato arrestato a La Coruña, in Spagna.

A rendere nota la notizia sono stati i quotidiani locali, ma i motivi del fermo sono ancora sconosciuti. L’arresto di Seoane è avvenuto mentre l’imprenditore si trovava nel tribunale de La Coruña, dove si era recato per il processo che lo vede coinvolto dopo che diverse pay tv, tra cui Canal +, hanno sporto denuncia per violazione del diritto d’autore.

Tuttavia, stando a quanto è trapelato dall’ufficio stampa dell’Alta Corte di Giustizia della Galizia, l’arresto non sarebbe collegato con il processo in corso, ma sarebbe legato ad un’indagine aperta nel 2015.

In tribunale, l’imprenditore ha dichiarato che il sito Rojadirecta, finito nell’occhio del ciclone, è diventato operativo nel 2005, mentre la società che lo controlla è stata creata nel novembre 2011. In base alle stime del responsabile della contabilità, il sito fattura una cifra che si aggira intorno ai 2 milioni di euro l’anno. Stando alla versione del gestore 31enne, tutto il reddito generato dalla piattaforma proverrebbe dalla pubblicità delle agenzie di scommesse online.

“Fungiamo soltanto da intermediari, sono gli utenti a segnalare i link per vedere le partite. Noi non abbiamo alcun rapporto commerciale con nessuno, ci limitiamo a gestire la parte tecnica del sito”, ha dichiarato Igor Seoane. La magistratura, però, ha deciso di intervenire per un consistente giro di denaro che ha destato non pochi sospetti.

Seguito da milioni di appassionati dello sport, il portale Rojadirecta era già finito nel mirino della magistratura nel 2013, quando il gip di Milano ne aveva disposto la chiusura dopo gli esposti presentati da Rti e Lega Calcio. Inoltre, più volte il sito di Seoane è stato oscurato,per poi riapparire sotto domini diversi.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti