Mangiare cibi "croccanti" può aiutarti a dimagrire

Spesso sottovalutiamo l’importanza della consistenza del cibo, ecco perché mangiare cibi solidi e “croccanti” può incidere positivamente sul peso

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

È un dato di fatto che con l’avanzare dell’età tendiamo a ingrassare e contemporaneamente mutano i nostri gusti in fatto di cibo (ecco perché da piccoli non ci piacciono le verdure e da grandi sì): per tenere a bada le calorie in eccesso i nutrizionisti consigliano di consumare – seppur con moderazione – noci, mandorle e nocciole.

Dai dati relativi ad uno studio su vasta scala condotto per due decenni dall’Università di Harvard su 300mila persone è emerso che chi mangiava 14 gr. al giorno di questo tipo di frutta secca tendeva a evitare l’accumulo di grasso in eccesso. Questi cibi sono calorici, ma contengono anche molte fibre e soprattutto ci fanno sentire sazi sin da subito grazie al buon contenuto di proteine che contengono.

La dietologa Juliette Kellow ha fatto sapere a Cosmopolitan UK: “Gli alimenti con una consistenza dura e croccante come le noci hanno bisogno di una maggiore masticazione e quindi rimangono nella nostra bocca più a lungo del cibo morbido. Questo stimola il cervello a farci sentire più sazi. Si pensa anche che l’azione di masticazione stessa aumenti il ​​rilascio di sostanze che sono associati alla sazietà”.

Ad avvalorare la convinzione che i cibi croccanti contribuiscano a farci dimagrire, troviamo un ulteriore studio condotto dai ricercatori dell’Università di Wageningen, in Olanda, e del centro di ricerca Nestlè.

I volontari sono stati divisi in due gruppi: ad uno è stato dato da mangiare a pranzo cibo solido e croccante, come insalata di riso, verdure crude, hamburger e pane duro; all’altro invece cibo più morbido e cotto (attenti alla pasta troppo cotta, fa ingrassare) come risotto alle verdure, hamburger e pane soffice.

I primi hanno assimilato il 13% in meno di calorie rispetto ai secondi a pranzo grazie all’elevata consistenza di cibo e alla masticazione prolungata. Insomma, se volete pian piano cambiare le vostre abitudini a tavola, iniziate a mangiare più lentamente prediligendo alimenti più croccanti!

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti