Maradona diventa una banconota? Ecco quanto varrebbe

Il calciatore argentino, recentemente scomparso, potrebbe finire sulle banconote da 100 pesos grazie ad un'artista italiano

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi piĆ¹ alti!

La scomparsa di Diego Armando Maradona ha lasciato un immenso vuoto nel mondo del calcio ma anche nell’immaginario popolare: nel suo paese, l’Argentina, un gruppo di parlamentari ha lanciato la proposta di rendere onore al connazionale scomparso nel modo più solenne, stampando una banconota con il suo volto.

La proposta arriva dalla senatrice argentina Norma Durango ed è stata ispirata dall’opera di un’artista italiano, Maupal (al secolo Mauro Pallotta), che ha dipinto per primo una banconota da 100 pesos con il volto del Pibe de oro e l’ha esposta come opera alla mostra “Money Go Round”, organizzata dalla galleria romana Rosso 20 sette.

credits: francesca.faccilongo.gt e pressoffice@frameventi.com

La banconota con il volto di Maradona è diventata un fenomeno social, tanto da arrivare fino in Argentina ed essere spunto di una proposta reale fatta in Parlamento: Norma Durango ha anche proposto che sull’altra faccia della banconota venga raffigurata la Mano de Dios, il celebre gol del Mondiale del 1986 contro l’Inghilterra. La proposta prevede anche di emettere una serie di francobolli con il volto di Diego Armando Maradona, che diventerebbero da collezione (in Inghilterra lo hanno fatto per David Bowie).

L’Argentina vuole celebrare così la figura del grande calciatore, conosciuto ed amato in tutto il mondo: nel progetto presentato dai parlamentari si paragona la figura di Maradona a quella di un eroe della tragedia greca, nella cui vita hanno convissuto elementi apollinei ed elementi dionisiaci.

Una celebrazione straordinaria per un uomo decisamente fuori dall’ordinario, che ha avuto un valore immenso per il suo paese ma anche per l’Italia, dove è amatissimo in particolare nella città di Napoli: dopo la sua morte per giorni tifosi e gente comune hanno affollato le strade della città e lo stadio San Paolo (non senza polemiche legate alla pandemia) sventolando bandiere ed onorando la memoria del calciatore.

“Sono estremamente onorato e lusingato che una mia idea possa aver ispirato un governo straniero, ma ancor di più che la mia creazione possa entrare a far parte delle memorie ufficiali dedicate al grande Diego Armando Maradona”, ha dichiarato Maupal.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti