'MasterChef Italia' riparte: la videochiamata tra i tre giudici

In un video sui social, i tre giudici confermati di 'MasterChef Italia' si organizzano per la nuova edizione.

19 Giugno 2020
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi piĆ¹ alti!

La televisione piano piano riparte dopo lo stop causato dalla pandemia da Covid-19. Tra fiction e produzioni tv, c’è chi si sta organizzando per riprendere riprese e attività nel pieno rispetto delle norme attualmente in atto, che limitano gli assembramenti. Nel caso di Sky, come abbiamo già visto, X Factor ha dovuto dare il via a un’edizione speciale che avrà il titolo eccezionale di X Factor 2020, con provini svolti rigorosamente in video collegamento.

È di queste ore anche la notizia della ripartenza di MasterChef Italia, con la giuria della scorsa annata pienamente confermata. Saranno dunque Bruno BarbieriAntonino Cannavacciuolo e Giorgio Locatelli i protagonisti della nuova edizione del cooking show di Sky, che tornano ai fornelli – o sarebbe meglio dire al controllo dei concorrenti ai fornelli – dopo un’edizione indimenticabile, quella conclusasi lo scorso marzo con la vittoria di Antonio Lorenzon.

In un video pubblicato sui profili social del cooking show di Sky prodotto da Endemol Shine Italy, i tre giudici si ritrovano per una divertente videochiamata durante la quale iniziano ad organizzarsi in vista della prossima edizione, che andrà come sempre su Sky Uno e NOW TV. In questo modo, Sky ha annunciato ufficialmente la partenza della nuova edizione, a cominciare dai casting.

Ecco cosa si legge nel comunicato ufficiale diramato da Sky: “Primo step: la call-to-action, l’invito per chiunque voglia mettersi alla prova ai fornelli sognando di diventare il decimo MasterChef italiano a iscriversi ai casting. Ma non è facile: i tre discutono su quali debbano essere i requisiti di base del concorrente ideale, ma anche su cosa scrivere nella ‘chiamata alle armi’. Per il testo, la prerogativa è una: ‘short’, dice Locatelli. Oppure ha detto ‘sciò’?”. Per ulteriori dettagli sulla nuova edizione del format, bisogna però attendere un altro po’: restate sintonizzati!

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti