Maturità, a Foligno una classe da record (e da 100)

Uno straordinario risultato per i ragazzi della 5BINT del Marconi

2 Luglio 2021
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!
Fonte: 123rf

Una bella soddisfazione per la 5BINT del Liceo Guglielmo Marconi di Foligno, soprattutto dopo un anno scolastico così complicato per via della pandemia. Tutti gli studenti di questa classe, infatti, si sono diplomati con il massimo dei voti, 100, e alcuni anche con la lode. Come riporta Lanazione.it, la 5BINT del Marconi è una delle due classi dell’indirizzo ’”Cambridge International” attivato 5 anni fa dal liceo folignate “e che oggi raccoglie i primi frutti di questo progetto e rappresenta per noi – commenta la dirigente scolastica, Paola Sebastiani, – un punto di orgoglio e di eccellenza, un potenziamento in chiave internazionale della nostra solida e articolata offerta formativa”.

“In effetti abbiamo studiato tanto – spiega la studentessa Matilde Biancalana Salvatori – sia sul fronte del programma italiano che di quello inglese. La maturità è stata impegnativa dopo un anno di didattica a distanza ma ora possiamo proseguire verso orizzonti aperti, anche internazionali. Io frequenterò la facoltà di Medicina, a patto di riuscire a passare il test di ingresso! Il mio compagno di classe Tiberio Mazzoli andrà alla ‘Bocconi’ di Milano invece”. Anche Caterina Federici è nel gruppo degli studenti che hanno preso 100: “Io frequenterò la facoltà di Business all’Adelphi University a New York grazie ad una borsa di studio sia accademica che sportiva. L’inglese sicuramente non sarà un problema dopo aver frequentato questa scuola. Non vedo l’ora di partire per questa avventura”.

“Con questo indirizzo – spiega la preside Sebastiani – i ragazzi conseguono sia la maturità scientifica italiana che il ‘Generl Certificate of Secondary Education’ degli allievi anglosassoni, conseguendo un elevato livello di conoscenza della lingua inglese”.

“Anche il presidente della commissione d’esame, Rocco Ennio – aggiunge la vicepreside Maria Rita Severi – è rimasto impressionato dalla padronanza della lingua durante il colloquio in inglese e dal livello di preparazione dei ragazzi. L’approccio internazionale guadagnato sarà una carta in più per i nostri studenti“.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti