Melanzane e pomodori ripieni: non commettere questi errori

Con alcuni semplici accorgimenti, le nostre melanzane ripiene o i nostri pomodori con il riso saranno insuperabili!

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi piĆ¹ alti!

Pomodori con il riso, zucchine ripiene, friggitelli: queste sono solo alcune delle preparazioni estive più amate che prevedono lo svuotamento di una verdura per riempirla con un appetitose farciture. Sono piatti che spesso appartengono alla tradizione culinaria regionale e ognuno ha la “sua” ricetta per cucinarli, ma oggi vogliamo darvi qualche trucco per evitare i problemi più diffusi nella loro realizzazione.

Quante volte vi è capitato che il pomodoro ripieno o la zucchina si siano bruciacchiati all’esterno? Per evitare questo problema in cottura, il consiglio è quello di fare attenzione quando si svuota la verdura: è un’operazione che va fatta con calma e mano leggera, utilizzando uno strumento apposito come uno scavino o uno spelucchino, oppure un levatorsoli (ottimo per le zucchine).

La polpa della verdura svuotata non va mai buttata, ma aggiunta al ripieno o ad un’altra preparazione: il consiglio però è quello di fargli perdere l’acqua in eccesso. La verdura svuotata va salata all’interno e posta a una mezz’ora su un vassoio ricoperto di carta da cucina, capovolta, in modo che sgoccioli via tutta l’acqua. Il ripieno va a sua volta salato e conservato in un colino posizionato su una ciotola, dove verrà premuto ogni tanto con delicatezza.

Una volta evitato che le verdure siano mollicce o gocciolanti, concentriamoci sul problema successivo: le cotture differenziate. Può infatti capitare che la verdura esterna si bruci mentre il ripieno sia crudo e viceversa: per evitarlo, bisogna ragionare sui tempi di cottura ed eventualmente “truccarli”. Ciò significa che per i pomodori con il riso è il caso di scottare prima qualche minuto il riso in acqua bollente, ad esempio. Altre volte invece, se il ripieno è molto veloce da cuocere, converrà infornare le verdure vuote da sole per qualche minuto.

Infine, un trucco utilissimo in molte preparazioni, dolci o salate: le verdure ripiene non vanno servite immediatamente uscite dal forno, ma vanno fatte riposare qualche minuto, in modo da raffreddarsi ed assestarsi. Vi sveliamo un “segreto”: sono buonissime anche il giorno dopo!

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti