Memorabile Del Potro, stende il re del tennis nonostante... l'ascensore

La clamorosa impresa di un atleta argentino a Rio de Janeiro

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi piĆ¹ alti!
Fonte: Getty Images

Domenica 7 agosto 2016 resterà un giorno memorabile per Juan Martin Del Potro. Il tennista argentino ha dovuto sottoporsi a due devastanti prove di resistenza: prima è rimasto bloccato in un ascensore del villaggio olimpico, poi ha clamorosamente battuto niente meno che Sua Maestà Novak Djokovic nel primo turno del torneo olimpico.

La prima maratona di Del Potro ha avuto luogo nella mattinata di domenica in un ascensore del villaggio olimpico: a causa di un abbassamento della tensione elettrica l’argentino ha dovuto aspettare per oltre 40 minuti, nel giorno del suo debutto ai Giochi. A soccorrerlo, dopo la lunghissima attesa, i connazionali della squadra di pallamano.

Ma la pausa forzata ha fatto bene al giocatore sudamericano, che in serata, dopo due ore e mezza di battaglia, ha steso il campionissimo serbo con 41 diritti vincenti con il punteggio di 7-6, 7-6. Uno choc per il numero uno del ranking mondiale, ridotto in lacrime (letteralmente), dalla prestazione di Del Potro. Un’impresa ancora più preziosa se si considera che l’argentino è tornato all’agonismo solo a febbraio dopo quasi due anni di inattività per un problema al polso.

“Chiaro che sono molto deluso, davvero dispiaciuto, ci tenevo tanto a queste Olimpiadi, ma se c’è uno per il quale sono contento e meritava questa giornata questi è sicuramente Juan Martin, dopo tutti i guai, gli infortuni che ha passato”, ha commentato Nole.

Non è stata l’unica sorpresa della giornata: subito fuori anche le sorelle Williams, eliminate a sorpresa nel primo turno del torneo di doppio femminile dalla coppia ceca Safarova-Strycova per 6-3,6-4. Una buona notizia per il duo azzurro composto da Sara Errani e Roberta Vinci, che doveva incontrare proprio le Williams ai quarti di finale. Le due azzurre hanno vinto agevolmente il primo turno superando la coppia tedesca Kerber-Petkovic con un perentorio 6-2, 6-2 in un’ora e quattro minuti di gioco.

TAG:

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti