Milano, trovata morta in casa: confessa il marito

L'ex guardia giurata Luigi Messina ha inferto oltre 20 coltellate

Milano, 16 gen. (askanews) – Ha confessato dopo un lungo interrogatorio e ha indicato alla polizia dove trovare il coltello usato per uccidere, con oltre 20 colpi, la moglie Rosanna Belvisi. L’ex guardia giurata Luigi Messina, dopo un lungo interrogatorio, ha ammesso le proprie responsabilità davanti agli inquirenti della polizia.

La moglie, 50 anni, era stata ritrovata in casa nel pomeriggio di domenica con la gola tagliata. A dare i soccorsi lo stesso Messina che inizialmente aveva detto di avere trovato il corpo al rientro da una passeggiata. Versione che, da subito, non ha convinto la polizia.

Secondo le prime ricostruzioni a scatenare la furia dell’uomo l’ennesimo litigio con la moglie. Per Milano si tratta del secondo caso di femminicidio in pochi giorni, dopo l’omicidio della 54enne Tiziana Pavani a Baggio.

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti