Moglie allergica al marito, non può stare nella stessa stanza

Johanna ama suo marito Scott, ma ne è allergica. Non si tratta di una barzelletta, ma di una malattia immunologica molto rara

Fonte: Pixabay

Johanna Watkins è una giovane donna di 29 anni, apparentemente con una vita normale, un lavoro e un marito. Tanto normale la sua esistenza non è, proprio per via di quest’ultimo: Johanna soffre, infatti, di una grave condizione medica per la quale il solo condividere la stanza con il coniuge Scott le causa violente reazioni allergiche.

Ciò significa che i due non possono avere rapporti sessuali, abbracciarsi, tenersi per mano né fare nulla di ciò che farebbe una normale coppia. Passare una serata insieme, per Johanna e Scott significa sedersi in stanze separate, possibilmente a tre piani di distanza, accendere la televisione, guardare lo stesso programma e discuterne per messaggio.

Sposati dal 2013

La coppia non se l’è sempre passata così male. Tuttavia, i sintomi erano sempre in agguato: Scott afferma che, anche prima della diagnosi dei medici, si era reso conto che capitava che Johanna fosse scossa da una tosse piuttosto violenta quando si trovava vicino a lui. Prima del matrimonio, i due spesso si dedicavano insieme a escursioni. I sintomi di Johanna erano già visibili, ma mai così gravi.

La donna, infatti, durante queste uscite, soffriva già di emicranie, irritabilità intestinale ed eruzioni cutanee visibili e brucianti. Poi, nel 2013, i due si unirono in matrimonio e i problemi di Johanna non fecero che aggravarsi. Un anno dopo, nel 2014, la coppia iniziò a sospettare qualcosa e si rivolse a una struttura specializzata, convinta dell’impossibilità di continuare a vivere così.

Una malattia rara

Johanna soffre di un disturbo molto raro, la Sindrome di Attivazione di Cellule Mas (MCAS). Si tratta di una malattia che colpisce il sistema immunitario e che fa sì che Johanna possa essere allergica pressoché a qualsiasi cosa o persona. Johanna racconta che, prima di allora, aveva avuto reazione allergiche a moltissime persone, inclusi i suoi genitori, ma mai aveva pensato che avrebbe potuto accadere con Scott.

È stato un trauma per lei quando l’ha scoperto. Non riusciva a concepire la prospettiva di essere costretta a stare lontana da suo marito. Attualmente, Johanna vive in una stanza sigillata nella casa di un amico, in attesa che nella sua stessa camera vengano sigillate porte e finestre. Soffrire di MCAS significa che quelle cellule deputate a proteggere Johanna dalle malattie possono mutare e finire per attaccarla. È molto facile che possa subire uno shock anafilattico!

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti