Moretti ed Elia condannati per la strage di Viareggio

Nelo disastro ferroviario morirono 23 persone.

Fonte: Copyright (c) APCOM.

Lucca, 31 gen. (askanews) – Mauro Moretti, ex amministratore delegato di Fs e, in precedenza, di Rfi, è stato condannato a sette anni, in primo grado, dal tribunale di Lucca per la strage ferroviaria di Viareggio, avvenuta il 29 giugno 2009 e in cui persero la vita 32 persone. I reati contestati a Moretti, e per i quali è stato condannato, si riferiscono al periodo in cui era amministratore delegato di Rfi. 33 le persone sul banco degli imputati. 7 anni di condanna anche a Michele Mario Elia, ex Ad di Rfi e 7 anni e 6 mesi per Vincenzo Soprano ad di Trenitalia e di Fs Logistica.

Ventitrè i condannati in tutto, con le pene più alte per Rainer Kogelheide, ad di Gatx Rail Germania, e Peter Linowski (nove anni e sei mesi), Johannes Mansbarth,ad di Gatx Rail Austria, Roman Mayer di Gatx Rail Austria, e Uwe Konnecke, responsabile officine Jugenthal, a nove anni. Sei anni per Andreas SChroter, supervisore esami no distruttivi eseguiti da Krieber nell’Officina Jugenthal, Helmut Brodel, responsabile officina revisione sale di Jugenthal, e Uwe Kriebel, operaio manutentore.
Alla Jugenthal si contesta il ruolo nel controllo del convoglio che trasportava Gpl, alla Gatx la proprietà del carro deragliato.

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti