C'è un motivo che spiega il perché i francesi non si agitano mai

I francesi sono famosi per la loro serietà e compostezza, ma vi siete mai chiesti come mai sono tutti così?

Non tutti lo sanno, ma gli italiani che hanno avuto molto tempo a che fare con i francesi conoscono benissimo la loro attitudine all’esuberanza.

Che è nulla. Non esiste. Chi ha vissuto in Francia – soprattutto se viene da un paese come l’Italia – ha imparato ad apprendere con sgomento le differenze culturali e caratteriali tra noi e loro. Non significa che questa sia una cosa negativa, anzi. La diversità tra popoli e culture differenti e una delle ricchezze più belle del nostro pianeta: ci permette di ampliare le nostre vedute e capire che al mondo non esistiamo solo noi e i nostri pensieri. Per questo si dice sempre che chi ama viaggiare è una persona di larghe vedute. Però ecco, non è possibile andare a un concerto rock in Francia e vedere le persone sedute. È un po’ inammissibile. La Francia è l’unico paese dove a un concerto dei Massive Attack è possibile andare al bar – che si trova fuori la sala dove si tiene l’esibizione – prendere una birra e tornare esattamente dove si era prima. Sotto al palco. Senza sgomitare. Bellissimo per noi, ma di certo questa cosa ci lascia un po’ a bocca aperta.

Questo mancato senso di eccitazione che hanno i francesi, si vede anche da come vivono la loro quotidianità. Se avete mai fatto la fila a un loro supermercato, avrete sicuramente notato la lentezza del suo scorrimento. Non c’è fretta, non esiste l’andare di corsa. La pausa pranzo dal lavoro dura due ore, e mentre voi avete mangiato un panino in dieci minuti, loro sono ancora seduti nelle terrazze a guardare la Senna e il menù. Ma sapete perché? I francesi vivono in quella che gli piace chiamare “la culture de l’être”, la cultura dell’essere. Che non è la “cultura del fare”. Guardano il mondo che li oltrepassa, non parlano di cosa fanno per vivere, ma dove sono andati in vacanza. In ufficio si chiacchiera pigramente. Senza troppo chiasso, ma godendosi la tranquillità del momento.

Si dice che quando i francesi vedono che una persona è troppo felice, pensano che abbia qualcosa che non va. Per noi non è esattamente così. Ma d’altra parte cosa c’è di più bello che andare in un altro paese e trovare persone estremamente diverse da noi dalle quali imparare qualcosa? Nulla.

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti