Nasri nella bufera: hackerato e sotto inchiesta

Account Twitter con post a sfondo sessuale. Tutto falso ma spunta l'ombra del doping.

Fonte: Screenshot tratto da Twitter

Momentaccio per Samir Nasri. La stella del Siviglia, attualmente in vacanza, come la maggior parte dei suoi compagni di squadra, è finito sotto i riflettori a causa del proprio account Twitter. Un hacker ha violato il profilo social dell'ex City dando il via ad una vera e propria bufera mediatica.

Tutto inizia da una foto, postata dalla Drip Doctors, nota clinica di Los Angeles, che ritrae Nasri in compagnia di una sensuale infermiera. L'hacker ha commentato la foto con frasi a sfondo sessuale, dando il via ad un sexy scandalo mediatico che ha, inizialmente messo nei guai Nasri, tra l'altro sposato.

Il The Sun ha subito fatto approfondite ricerche sulla sexy infermiera al fianco di Nasri nella tanto discussa foto. Si tratta di Jamila Sozahdah, esperta in dermatologia, trattamenti con vitamine e miglioramenti cosmetici. La Drip Doctors è frequentata da tante stelle dello sport e non solo, tra cui Adele e Chris Brown.

Scoperto l'inganno, per Nasri i problemi non sono certo finiti. L'agenzia spagnola che si occupa della protezione della salute degli sportivi, ha deciso di intervenire. Nasri si sarebbe sottoposto ad un trattamento medico, con tanto di infusioni intravenose, che potrebbero anche essere proibite. Da qui, secondo El Pais, è scattata un'indagine nei confronti di Nasri. Hackerato e pure sotto inchiesta.

Da notare come il Siviglia, club in cui il francese Nasri milita attualmente (è in prestito dal Manchester City), pare non fosse informato di questo "trattamento alla Drip Doctors". Un altro problema?

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti