Non buttare il pane raffermo. Come usarlo

Anche se vecchio di qualche giorno, possiamo donare al pane una seconda vita realizzando piatti gustosi

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi piĆ¹ alti!

A volte capita, nel fare la spesa, di acquistare più pane del previsto e trovarsi con quantità importanti di pagnotte o ciabatte in previsione di grandi pranzi con parenti e amici che però non vengono consumate nella loro totalità. Nei giorni successivi è anche possibile che non si riesca a smaltire tutto quel pane, specie se abitiamo da soli oppure abbiamo deciso di privilegiare un regime alimentare che non ne prevede un largo uso. Che cosa succederà dunque? Il pane resterà nel mobile perdendo la sua freschezza e diventerà piuttosto duro (ecco come recuperare una baguette stantia)

Il pane raffermo, però, non va affatto buttato, sia perché sprecare il cibo è sempre uno schiaffo alla povertà, sia perché può essere impiegato per realizzare altri piatti gustosi.

Ci sono pietanze, infatti, che richiedono proprio un pane ‘vecchio’ di un paio di giorni, e che sia quindi più duro all’esterno e meno soffice all’interno. Un esempio su tutti la panzanella, piatto che unisce verdure miste, cetrioli, pomodorini e pezzi a cubetti di pane raffermo tostati e bagnati con il condimento dato dai liquidi rilasciati dalle verdure.

Un’altra pietanza che si può preparare con il pane raffermo è il pudding di pane, che gli dà una seconda vita a tutti gli effetti. Si tratta di un dolce nel quale il pane viene messo in ammollo in una mistura di uova, latte, zucchero di canna, cannella e vaniglia. Il tutto viene poi cotto in forno.

Può anche capitare che ci resti inutilizzato pure per tre giorni. Niente paura: c’è un modo per riutilizzare anche questo pane, dal momento che è perfetto per realizzare crostini che diventano un gustoso accompagnamento per insalate e zuppe. E che dire poi delle polpette? In questo caso imbeviamo i nostri pezzi di pane nel latte: saranno un ottimo legante per la polpetta a cui daranno una morbida consistenza.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti