Non buttare la bustina di tè usata, il motivo

Dopo aver preparato il tè caldo siete abituati a buttare la bustine? Sbagliate: ecco come utilizzarla per pulire casa e come rimedi di bellezza

3 Dicembre 2020
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

C’è quello verde, quello nero e persino quello officinale da bere quando si ha mal di gola: il è una delle bevande più comuni da consumare caldo in inverno e fresco in estate. Qualcuno, nella tazza fumante, ama aggiungere latte o limone, altri lo amano al naturale, senza zucchero. In qualsiasi modo lo prepariate (magari evitate di prepararlo con il sole…), c’è un gesto che accomuna tutti: buttare la bustina del tè. E non c’è niente di più sbagliato. Le bustine che contengono la miscela da lasciare in infusione nell’acqua calda, infatti, possono essere riutilizzate in tantissimi modi, dalle pulizie domestiche al giardinaggio passando per i rimedi di bellezza.

In cucina, ad esempio, le bustine di tè messe nell’acqua di cottura di pollo e tacchino aiuteranno a rendere più morbida e saporita la carne. Sono anche molto potenti contro i cattivi odori, per questo è buona abitudine strofinarle sulle mani dopo aver sminuzzato aglio (ecco invece un modo per sbucciarlo senza toccarlo con le mani) e cipolla. Allo stesso modo sono efficaci se posizionate in frigo o nel cestino della spazzatura per eliminare esalazioni maleodoranti.

Le bustine di tè hanno anche un effetto sgrassante: basta immergerle nell’acqua calda in cui poi laverete piatti e stoviglie. Se passate sulla superficie interna delle pentole, invece, aiuteranno a mantenerle pulite e nuove più a lungo grazie alla loro capacità antiossidante e antiruggine. Ma c’è di più: dopo averle utilizzate per il tè, svuotatene il contenuto sui mobili in legno, sul parquet o sull’argenteria e strofinate. L’effetto lucidante è garantito! Chi ha il pollice verde, invece, sarà contento di sapere che le bustine di tè aiutano a far crescere piante sane e rigogliose. Non serve che versarne il contenuto nell’innaffiatoio o nel compost che nutre la pianta.

E che dire del loro impiego come rimedi di bellezza naturali? Se soffrite di acne o di pelle grassa, ad esempio, concedetevi una buona tazza di tè alla menta piperita e poi applicate le bustine direttamente sul viso: eliminerete l’effetto lucido ed eventuali rossori. Inoltre, le bustine del tè (soprattutto quello nero o quello verde), messe in frigo dopo il loro utilizzo, sono ottime anche contro le occhiaie, per ridare tonicità alla pelle del viso e per alleviare le scottature. Le loro proprietà antinfiammatorie, infine, le rendono un efficace rimedio anche contro gonfiore e prurito da punture di insetti.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti