Non buttare lo yogurt scaduto, idee per usarlo non solo in cucina

Lo yogurt scaduto è adattissimo per il riciclo: intanto può essere mangiato anche dopo la data di scadenza, ma non solo

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

A tutti è capitato, prima o poi, di ritrovare in frigorifero uno o più vasetti di yogurt ormai scaduto: se la scadenza è recente, solo qualche giorno, possono essere ancora consumati in sicurezza. Lo yogurt che scade infatti aumenta la sua acidità, questo lo tutela dal punto di vista igienico: diminuiranno i fermenti lattici vivi, ma sarà ancora commestibile (ti sei mai chiesto se il sale scade?)

Ovviamente va fatta grande attenzione a come appare lo yogurt quando lo si apre: se la copertura è rigonfia, se l’odore non è buono o se addirittura appare uno strato di muffa in superficie, lo yogurt va buttato senza esitazione. Se invece appare ancora in buone condizioni di odore e sapore, si può consumare assoluto o in preparazioni dolci e salate: la più classica è il plumcake allo yogurt, che si prepara con l’impasto del ciambellone ma con l’aggiunta di yogurt per renderlo più morbido e saporito. Lo yogurt, specialmente quello greco, può essere usato anche per creare salse di accompagnamento per piatti salati, ad esempio per il pollo al curry.

Lo yogurt scaduto può essere riciclato anche in ambiti diversi da quello alimentare: c’è chi lo usa come maschera di bellezza, applicandolo sul viso insieme ad un cucchiaino di succo di limone e uno di miele, ma anche sui capelli, dove si può usare insieme all’olio di mandorle. Sia per il viso che per i capelli la maschera deve stare in posa per mezz’ora circa prima di essere sciacquata e lasciare la pelle o la chioma morbide, idratate e addolcite.

Se lo yogurt è scaduto da più giorni e la consistenza o l’odore proprio non vi convincono, non buttatelo nemmeno in questo caso: usatelo per pulire gli oggetti in ottone, come la maniglie delle porte, lasciandolo in posa per almeno 10 minuti e poi rimuovendolo con un panno morbido e pulito. Resterete stupiti del risultato!

 

 

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti