0, 0, 0, 0, 1, 0, 0 trend

Non gettare la farina nel buco del lavandino, il motivo

Ci sono alcuni residui di cibo che non andrebbero mai gettati nello scarico del lavandino: ecco perché la farina è così pericolosa

25 Giugno 2020
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

Vi piace fare dolci, impastare, avere a che fare con farina, olio, uova e zucchero (guardate le prodezze di questa piccola chef di soli 3 anni)? Buon per voi, ma poi sapete come smaltire nel modo giusto gli avanzi di questi ingredienti ed evitare problemi alla cucina, allo scarico del lavandino e al vostro portafoglio?

Le tubature dello scarico sono piuttosto delicate da trattare e non sapere quali cose gettare nel buco del lavandino e quali sono ammesse rischia di farvi passare un brutto quarto d’ora. Intanto sappiate che, al contrario delle convinzioni di molti, i fondi di caffè non vanno buttati nel lavandino poiché a causa della loro consistenza – mischiati all’acqua – possono otturare i tubi (usateli così, invece).

Stesso discorso per i capelli, per i gusci d’uovo che possono graffiare e perforare lo scarico, ma anche per gli avanzi di cibo come pasta e riso che tengono a gonfiarsi. Altamente inquinante, poi, l’olio esausto che va invece smaltito appositamente onde evitare di inquinare per sempre le falde acquifere.

Inoltre è molto pericoloso – e decisamente sbagliato – liberarsi della farina avanzata per un dolce e buttarla nello scarico: come potete ben immaginare, infatti, insieme all’acqua formerà una sorta di sostanza collosa che andrà ad attaccarsi ai tubi ostruendo pian piano il passaggio dell’acqua.

La farina, se costantemente buttata nel lavello, può facilmente creare un ingorgo difficile da eliminare con lo sturalavandino: esistono d’altronde diversi altri modi attraverso i quali smaltire la farina in eccesso senza danneggiare la nostra cucina.

Quella che vi avanza dopo aver preparato un dolce, per esempio, può essere mischiata con un po’ di acqua, resa come una pasta e poi gettata nella spazzatura senza che si disperda nell’ambiente; oppure chi soffre di acne potrebbe pensare di aggiungerla a un po’ di miele e applicare il composto sulla pelle infiammata.

O ancora la farina può essere un ottimo deterrente contro le formiche: basta cospargerne un po’ agli angoli delle finestre da cui entrano o intorno alle piante assediate dai comuni parassiti: gli insetti resteranno invischiati in essa e non potranno più muoversi.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti