Non puoi andare ad un appuntamento? C'è l'Uber umano

Niente paura, se non puoi andare all'appuntamento di lavoro o essere a quel convegno da oggi c'è l'Uber umano!

Non puoi andare ad un appuntamento? Niente paura, c’è l’Uber umano! Quante volte nella vostra vita avete pensato che vi sarebbe piaciuto sdoppiarvi, per partecipare a vari eventi ed essere in posti diversi. Oppure quante volte avreste preferito mandare qualcuno al posto vostro ad un appuntamento o ad una cena noiosa?

Solo fantascienza? Assolutamente no! Da oggi tutto questo sarà possibile grazie all’uso dell’Uber umano. Si tratta di una singolare invenzione che arriva da Singapore, dove si è tenuto l’Em Tech, la fiera in cui ogni anno vengono presentate le ultime tecnologie.

L’invenzione è stata realizzata da Jin Rekimoto, un ricercatore giapponese che ha deciso di chiamarla Chameleon Mask. Si tratta in sostanza di un congegno formato da uno schermo e un microfono, che consente di interagire a distanza tramite videochat.

Il congegno è stato creato, come ha svelato anche Rekimoto, prendendo ispirazione proprio da Uber. “Si utilizza un umano come surrogato di un altro” ha spiegato lo studioso. La persona incaricata dunque indossa il dispositivo, in questo modo l’interlocutore avrà davanti la faccia dell’altra persona e potrà parlare con lei tramite lo schermo.

Anche se si sta conversando con una maschera dunque si ha la sensazione di avere di fronte l’individuo che si vuole incontrare poiché si sente la sua voce e si vede il suo viso. Chi l’ha provata afferma che la Chameleon Mask funziona ed è certo che sarà un grande successo.

“È sorprendentemente naturale” ha spiegato l’inventore che nel corso della fiera ha provato in diretta la Chameleon Mask, allo scopo di mostrare come funziona. Per Rekimoto l’Uber umano potrebbe essere utile in moltissime occasioni. Innanzitutto sul lavoro, quando si deve presenziare a dei meeting o a degli eventi in cui è necessario esserci di persona.

Inoltre l’invenzione potrebbe essere utile anche nel privato, offrendo la possibilità di partecipare a feste, battesimi o compleanno anche a chi è malato oppure è lontano. La Chameleon Mask per ora non è ancora in vendita, ma presto verrà lanciata sul mercato, prima in Giappone, poi anche negli Stati Uniti e, se le vendite andranno bene, arriverà in Europa. Siete pronti a provare l’Uber umano oppure preferite ancora presentarvi di persona?

Uber umano

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti