Non segna più: bomber spedito dallo psichiatra

Dopo alcuni errori assurdi e mesi di digiuno, il club corre ai ripari

Fonte: Getty Images

Il bomber non segna più e il club lo spedisce dallo psichiatra. Sono mesi da incubo per Saido Berahino, ventitreenne giocatore del West Bromwich Albion che solo due anni fa era considerato uno degli astri emergenti del calcio inglese.

La punta originaria del Burundi nella stagione 2014/2015 aveva segnato la bellezza di 20 reti in 45 partite tra campionato e coppe, realizzando gol a raffica anche nell’Under 21 e vincendo il premio di miglior giovane dell’anno.

Poi tutto ad un tratto, si è spenta la luce: Berahino ha insaccato solo 7 reti nelle successive 40 partite, rendendosi protagonista di prove scialbe e di errori elementari, rari per un giocatore di tale livello.

Tony Pulis, il manager del West Bromwich Albion, ha rivelato ai tabloid di averlo mandato dallo psichiatra per superare il blocco psicologico che sta attanagliando il giocatore: “Il tizio da cui l’ho mandato è nel mondo dello sport da molto tempo. È un tipo semplice e diretto, credo che Saido abbia apprezzato”.

Le cose sembravano lentamente migliorare: “Ho l’impressione che l’intervento dello psichiatra stia già dando dei buoni risultati. Vedo il giocatore più concentrato e più determinato. Credo abbia capito cosa non va. Mi sembra sia sulla buona strada”.

Ma dopo la rete del 10 settembre scorso, Berahino è tornato a digiuno e il suo futuro nel WBA è in dubbio, considerato che il suo contratto scade a fine stagione: “C’è tanta gente che gira attorno a Berahino, e non tutti gli danno i consigli giusti . Ha talento e negli allenamenti non si risparmia. Ora deve solo liberare la mente e ripartire”, spera il suo mister.

TAG:

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti