Non solo Greta: ecco Felix Finkbeiner, “il ragazzo degli alberi”

Prima di Greta Thunberg e dei Fridays for Future, il tedesco Felix Finkbeiner fu per tutti “il ragazzo degli alberi”.

Quando si parla di giovani e ambientalismo oggi il primo nome a cui si pensa è quello di Greta Thunberg, la sedicenne svedese che ha fondato il movimento studentesco mondiale Fridays For Future. Eppure, prima di lei – e risaliamo al 2007 – un altro ragazzino ha fatto sentire la propria voce a favore dell’attivismo contro il cambiamento climatico.

Lui si chiama Felix Finkbeiner, tedesco classe 1997 che oggi ha 22 anni ma che quando ne aveva solo dieci presentò al Parlamento Europeo (e poi all’ONU) quello che sarebbe diventato un progetto di portata globale. Plant for the Planet è l’iniziativa su cui il giovane iniziò a concentrarsi ancora bambino, letteralmente sui banchi di scuola.

Tutto partì proprio dall’aula, dove Felix ascoltò una lezione sulla fotosintesi clorofilliana destinata a cambiare la sua vita. Ispirandosi al movimento Green Belt di Wangari Maathai, Finkbeiner riuscì a piantare il primo albero proprio nella sua scuola ponendosi un obiettivo ambizioso: arrivare a un milione di alberi nella sua Germania e fare in modo che in ogni Paese del mondo si potesse fare altrettanto.

Dodici mesi dopo quella prima impresa, Felix era a quota 150mila alberi piantati arrivando al traguardo di 1 milione nel 2011, in occasione di un’assemblea delle Nazioni Uniti. E in quello stesso anno fu avviata la Fondazione che, a dodici anni dall’avvio dell’iniziativa, conta 13 miliardi di nuovi alberi nel mondo.

Da quella lezione a scuola, “il ragazzo degli alberi” non ha mai smesso di promuovere la cultura green, fatta di rispetto ambientale e riduzione delle emissioni di anidride carbonica. La strada è ancora lunga ma Finkbeiner non ha certo intenzione di fermarsi. Proprio come la sua collega Greta.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti