"Non vogliamo che restino a casa", pagata la trasferta ai tifosi

Simpatica iniziativa in occasione del match più sentito

Fonte: Getty Images

Gli scontri diretti nel calcio, si sa, contano tantissimo. Soprattutto se giochi fuori casa e se ci arrivi con l’obiettivo di conservare il margine di vantaggio guadagnato sulle inseguitrici. E’ il caso del Nizza, società di Ligue 1 che dopo sedici partite di campionato comanda la classifica.

Nella prossima giornata, la squadra rossonera affronterà una trasferta durissima, dovendo andare a giocare sul campo del Paris Saint Germain, che si trova a quattro lunghezze di distanza dalla squadra di Favre. Per poter dare ai calciatori il miglior supporto possibile in vista della sfida, il Nizza ha deciso di promuovere un’iniziativa che farà contenti tutti i tifosi, ovvero pagare la trasferta a coloro che decideranno di andare a vedere la partita (si presume circa 700 persone). Un modo per dire grazie a chi segue la squadra con amore e passione, come racconta il presidente Rivère: "E' il nostro modo per ringraziare i tifosi per le trasferte fatte in Europa. Crediamo fortemente in un calcio popolare e non è bello che la nostra gente resti a casa puramente per motivazioni economiche".

Proprio prima della sfida contro il Psg, Mario Balotelli, il trascinatore del Nizza in questa prima parte di stagione, è tornato a parlare del proprio stato di forma: "Ho segnato perché ho giocato. Quando sto bene faccio i gol – ha spiegato 'SuperMario durante un'intervista con un gruppo di giornalisti cinesi -. La scorsa stagione non ho giocato molto, così non riuscivo a segnare. Poi mi sono anche infortunato e sono rimasto fuori per un lungo periodo. Ma quando sono stato bene, ho giocato e continuato a segnare".

L'ex Inter e Milan è anche tornato sul suo vecchio pallino: vincere il Pallone d'ro. "Ronaldo e Messi, nessuno è come loro. Ma se faccio una buona stagione, senza infortuni e concentrato, non è impossibile per me per vincere il Pallone d'Oro".

Balotelli ha poi spiegato il perchè della scelta del Nizza: "Volevo provare un nuovo campionato. Non avevo mai giocato in Francia. Ho deciso di venire qui perché il loro modo di giocare è incredibile ed è una squadra che ha futuro".

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti