Oggetto misterioso da un altro sistema solare: la foto ufficiale

Scoperto per caso un misterioso oggetto interstellare entrato nel nostro Sistema Solare: finalmente arrivano le immagini ufficiali

Fonte: https://www.gemini.edu

Un astronomo amatoriale ucraino, Gennady Borisov, ha scoperto accidentalmente la presenza di uno strano oggetto interstellare a 3 unità astronomiche dal Sole: dopo il “sigaro spaziale” Oumuamua nel 2017, lo scorso 30 agosto l’ingegnere è incappato in quello che attualmente è stato nominato C / 2019 Q4.

Tra i primi ad indagare sulla casuale scoperta, i ricercatori dell’Istituto di Astrofisica delle Isole Canarie, in collaborazione con Carlos Raúl de la Fuente Marcos, dell’Università Complutense di Madrid, che sono riusciti ad ottenere delle immagini ad alta risoluzione della cometa proveniente dalla direzione della costellazione di Cassiopea ed entrata già nel nostro Sistema Solare (c’è anche una nuova luna).

Secondo Miquel Serra Ricart si tratta di “un oggetto cometario con coda ben definita”, composto dagli stessi materiali delle comete – ovvero ghiaccio e polvere – che già si trovano nel nostro Sistema Solare (ecco dove si trova il misterioso Pianeta 9).

Trajectory for interstellar object C/2019 Q4 (Borisov) shown belowReachability — harder to reach for a spacecraft than 1I/'Oumuamua – a two-ton spacecraft could theoretically (could) have been sent in July 2018 to intercept with C/2019 Q4 using a Falcon Heavy-class launcher, but only if the object had been discovered much earlier than it was- Launches after the actual discovery date would require a significantly large launcher such as the Space Launch System, a combined Jupiter flyby and an Oberth manoeuvre. And even a SLS-class launcher would now only be able to deliver a 3kg payloadComposition — visible (low-resolution) spectrum of C/2019 Q4 (Borisov) that revealed that this object has a surface composition not very different from that found in typical Oort Cloud cometshttps://en.wikipedia.org/wiki/C/2019_Q4_(Borisov)https://www.researchgate.net/publication/335798614_Sending_a_Spacecraft_to_Interstellar_Comet_C2019_Q4_Borisovhttp://www.iac.es/divulgacion.php?op1=16&id=1610&lang=en

Pubblicato da Enterprise In Space su Sabato 14 settembre 2019

L’11 settembre 2019 il Minor Planet Center, deputato a raccogliere dati sui corpi minori del Sistema solare, ha emanato una circolare in cui si apprende che “sulla base delle osservazioni disponibili, la soluzione per l’orbita di questo oggetto converge verso elementi iperbolici, un dato che indica un’origine interstellare” (l’oggetto più distante del sistema solare è questo).

Per osservare più da vicino C / 2019 Q4, bisognerà attendere il prossimo 10 dicembre quando la nuova cometa “sfiorerà” il Sole (si troverà infatti alla sua minima distanza) e potrà essere analizzata più in profondità prima che sparisca per sempre e si disintegri nel nulla cosmico.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti