Ok di Trump per costruire gli oleodotti Keystone e Dakota Access

"Usare tubature americane"

Fonte: Copyright (c) APCOM.

New York, 24 gen. (askanews) – Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha firmato gli ordini esecutivi che danno il via libera alla costruzione di due controversi oleodotti, il Keystone XL e il Dakota Access Pipeline.

Il Keystone XL era stato bocciato dalla precedente amministrazione Obama dopo un lungo dibattito, mentre la costruzione del Dakota Acess Pipeline è stata bloccata recentemente a causa delle proteste dei nativi americani che vivono in North Dakota.

Contro i due oleodotti si sono schierati gli ambientalisti, mentre i favorevoli alla loro costruzione esaltano la creazione di posti di lavoro e i tagli ai costi energetici garantiti, secondo loro, dai due progetti. In campagna elettorale, Trump si era schierato a favore dei due progetti. I due ordini esecutivi non concedono i permessi finali per la costruzione degli oleodotti, ma costituiscono un importante passo avanti verso l’approvazione, ha riferito una fonte di The Hill.

Gli ordini esecutivi di Trump prevedono che gli oleodotti costruiti negli Stati Uniti debbano usare l’acciaio statunitense. Trump ha detto ai giornalisti che “rinegozieremo alcuni termini” del Keystone XL. “Se a loro andrà bene, vedremo di costruire l’oleodotto. Si tratta di tanti posti di lavoro, 28.000”. Con i due oleodotti, “rimetteremo all’opera un sacco di lavoratori del settore dell’acciaio”. “Siamo molto risoluti: se costruiamo oleodotti negli Stati Uniti, bisogna usare tubature costruite negli Stati Uniti” ha detto Trump.

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti