Oltre la metà della popolazione mondiale vive dentro questo cerchio

Ecco una curiosità che forse non tutti sapevano. La popolazione mondiale si concentra in una piccola porzione del pianeta Terra

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

La popolazione mondiale non è decisamente distribuita in maniera uguale su tutti i continenti, su questo non ci piove. Fate un salto a Londra e fate un salto in Australia, e vi renderete subito conto di come siamo sparsi diversamente su questo pianeta, concentrati soprattutto nelle città. E, come tutti sappiamo, i posti in cui si sta più “schiacciati” si trovano in Asia.

Cina e Giappone ad esempio sono veri e propri simboli del sovrappopolamento, con numeri che fanno girare la testa e che costringono i governi a mettere in pratica misure d’emergenza. Ma numeri e percentuali non ti mettono davanti agli occhi la realtà, non funzionano a livello istintivo. Qualcuno ha deciso quindi di visualizzarlo in maniera molto più semplice: disegnando un cerchio su una mappa.

Il cerchio in cui vive metà del mondo

Vedete quel cerchio che prende dentro mezza Cina, Giappone e parte delle isole a sud del continente? In quel cerchio vivono metà dei sette miliardi di persone che fanno parte della popolazione mondiale. Di queste, la stragrande maggioranza sono cinesi e indiani, che totalizzano entrambi ben più di un miliardo di persone.

I dati sono aggiornati all’incirca fino al 2013, e le cifre sono sicuramente più alte al giorno d’oggi. Abbiamo un miliardo e quattrocento milioni per la Cina, uno e duecento per l’India, e un salto piuttosto significativo per gli altri paesi. L’Indonesia si ferma “solo” a 250 milioni di persone, e il Bangladesh a 163. La parte di Russia nel cerchio, invece, è molto sparsamente popolata.

Sovrappopolazione

Stando alle predizioni dell’Onu, nel 2050 un numero di persone pari a tutta la popolazione in quel cerchio vivrà nelle città asiatiche. Un problema enorme per i governi del luogo, Cina in prima linea, ma qualcosa che riguarda da vicino anche noi, in quanto semplicemente abitanti del pianeta. Più persone significa più cibo, più risorse, e ci sono limiti a quanto possiamo riuscire a produrre.

Le soluzioni come la politica cinese del figlio unico non paiono avere dato risultati. Affrontare il futuro significa affrontare questo problema, e trovare metodi sostenibili per continuare ad espanderci come specie senza distruggere e fare inaridire quello che ci permette di sopravvivere. Forse è arrivato il momento di iniziare a guardare allo spazio.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti