Ora legale: come affrontare gli effetti sulla salute

L'ora legale può causare problemi al nostro organismo. Come affrontare allora gli effetti sulla salute? Ecco qualche consiglio

Fonte: Pixabay

A causa dell’ora legale dobbiamo spostare le lancette dell’orologio di un’ora. Nonostante possa apparire come un cambiamento irrisorio, in realtà questo fenomeno può causare all’essere umano problemi di natura psicofisica. Infatti, il nostro riposo notturno viene ridotto e non tutti sopportano ciò alla stessa maniera.

Ovviamente le conseguenze variano di persona in persona, ma c’è da dire che in genere possono presentarsi casi di stress, difficoltà a concentrarsi, affaticamento, mal di testa e irritabilità. Raramente possono verificarsi problemi più gravi. Qualcuno infatti potrebbe soffrire persino di disturbi cardiaci.

Cosa fare

Il cambio dell’ora legale è stato introdotto per una questione di risparmio energetico. Per questo motivo non tutti i paesi del mondo aderiscono a questa soluzione. In alcuni infatti la distanza fra illuminazione e buio non è così forte o comunque non è regolata come nel nostro paese. Dunque, per una questione di ordine e di esigenze personali, scelgono di non variare mai l’orario, nel corso dell’anno.

Queste popolazioni dunque, a differenza della nostra, non si debbono porre il problema su cosa fare per abituarsi all’ora legale prima ancora che questi si presenta. Gli esperti consigliano di andare a dormire, nel periodo che precede ciò, prima del solito e di svegliarsi un po’ più tardi. Iniziare da un breve lasso di 20 minuti per arrivare ad addormentarsi anche un’ora prima del solito.

Alimentazione

Lo stress da ora legale può essere combattuto anche grazie ad una corretta alimentazione. Gli esperti, anche in questo caso, consigliano la dieta mediterranea. Bisogna, invece, evitare gli eccitanti come la caffeina, i cibi troppo grassi e gli alcolici. Questi accorgimenti possono sembrare eccessivi ma se vi rendete conto dell’insorgere di una strana forma di stress, forse sarebbe il caso di preoccuparsi.

L’ora legale, infatti, aumenta persino il rischio di ictus, insonnia e altre tipologie di disturbi del sonno. Si tratta di una scoperta fatta dall’Università di Turku. Tra gli altri consigli proposti dagli esperti c’è un’idratazione costante e una regolare attività fisica, consentendo all’organismo di non infiacchirsi con l’arrivo dell’ora legale.

TAG:

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti