Pancia gonfia? Bastano 4 grammi al giorno di questa radice

Il glucomanno arriva dalla tradizione medicale giapponese ed è molto utilizzato per le sue capacità dimagranti: va preso però sotto controllo medico

Direttamente dalla medicina tradizionale giapponese arriva il glucomanno, un tubero che si ricava dalla radice di konjak e che contiene una fibra vegetale solubile in acqua: anticamente era usato per le sue capacità depurative, calmanti ed espettoranti, mentre oggi viene utilizzato soprattutto per le sue proprietà dimagranti (volete dimagrire? Bevete un bicchiere d’acqua fredda)

Il glucomanno infatti ha una elevata viscosità, che gli permette di gonfiarsi e aumentare fino a 60 volte il suo peso, generando un gel: nello stomaco raggiunge il suo massimo volume, aiutato anche dai succhi gastrici, e ci resta per due ore. Questo permette a chi lo assume di avvertire un senso di sazietà che placa i morsi della fame durante la dieta dimagrante.

Non solo: essendo una fibra, il glucomanno riduce anche l’assorbimento dei grassi e quindi aiuta a combattere il colesterolo e anche l’iper glicemia, inoltre sgonfia la pancia perché ha un effetto depurativo e leggermente lassativo.

Il glucomanno si trova in erboristeria, sotto forma di polvere o pillole, ma è sempre bene avvertire il medico e chiedere consiglio a lui prima di assumerlo, soprattutto se si prendono altri medicinali in concomitanza. Le dosi vanno da 1 a 4 grammi al giorno, ma è sconsigliato in gravidanza e in allattamento.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti