Paola Turci: leggera come a 20 anni

Esce "Il secondo Cuore", l'ultimo album di Paola Turci, influenzato da ciò che le è successo di recente

Fonte: Instagram

Essere in pace con se stessi non è affatto una cosa semplice. A volte, quando si è nel mondo dello spettacolo tutto diventa ancora più complesso. Trovare un equilibrio tra le tue esigenze e quelle del pubblico, seguire mille impegni, mille progetti, avere desideri a volte inappagabili. Ci sono tante cose che possono minare la propria serenità. Paola Turci, però, tempo fa ha avviato un percorso di auto conoscenza che solo da qualche anno a questa parte sta maturando i propri frutti.

Nel suo nuovo album, dal titolo emblematico, “Il secondo Cuore“, Paola Turci cerca di trasmettere tutto ciò. Una piccola ma assai significativa anticipazione l’aveva trasmessa durante l’ultima edizione del Festival di Sanremo, kermesse in cui è giunta al 5° posto con “Fatti bella per te”. Prodotto da Luca Chiaravalli, in questo nuovo progetto, troviamo tante collaborazioni interessanti.

Marco Giallini, Enzo Avitabile e Fink

Paola Turci è stata da sempre fan di Fink, musicista e dj britannico. Quando Luca Chiaravalli le disse di aver ascoltato alcuni suoi pezzi, apprezzandolo molto, la cantautrice colse la palla al balzo e si fece mettere in contatto con lui. Da qui nacque uno dei brani di punta di questo nuovo album, ovvero “Sublime“. Un’altra importante collaborazione è nata con l’attore Marco Giallini, voce recitante in “Ma dimme te”, unico pezzo in dialetto romanesco.

Inoltre, l’opera conta la presenza di Enzo Avitabile, fresco vincitore di 2 David di Donatello. La cantante lo ha conosciuto per un episodio singolare. Dopo aver visto il film “Abbi pietà di noi” in cui c’era un pezzo del cantautore partenopeo, Paola Turci decise di ascoltare il suo ultimo album. Ne è rimasta così colpita che non ha resistito nel fargli i complimenti su Twitter. Avitabile ha ricambiato e da lì è nata la traccia che dà il nome al progetto.

Libri e teatro

Il pezzo che Giulia Anania ha scritto per Paola Turci  “Fatti bella per te” nasce da un’esperienza che la cantautrice ha avuto tempo fa. Col tempo è cresciuta infatti la sua esigenza di esprimersi in diversi canali artistici tanto da scrivere e recitare un monologo teatrale nel 2014.

La giovane Giulia Anania, colpita dalla sua interpretazione, ha realizzato per lei il brano sanremese. Questo è stato il segnale che ha fatto comprendere ai fan di Paola Turci la serenità ritrovata.

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti