Paralimpiadi Rio 2016 sulla RAI: le gare e la diretta tv e streaming

Tutti gli appuntamenti, gli orari e tutte le informazioni necessarie per seguire le Paralimpiadi di Rio 2016 in tv e sul web

A seguito delle Olimpiadi di Rio 2016, come ogni quadriennio, sono in arrivo le Paralimpiadi 2016, cioè i giochi Olimpici dedicati agli atleti diversamente abili. La Cerimonia di Apertura dei giochi si celebra la notte fra il 7 e l’8 settembre e le competizioni proseguiranno fino a domenica 18. In occasione di questi Giochi Paraolimpici, come per le Olimpiadi di Rio 2016, la RAI ha modificato la propria programmazione per avere una copertura totale dell’evento. Per tutta la durata dei giochi il canale Raisport 1 (canale 57 del digitale terrestre) trasmetterà le competizioni olimpiche 24 ore su 24.

Rio de Janeiro si trova a 5 fusi orari dal nostro per cui le competizioni del mattino cominceranno ad andare in onda in diretta alle ore 13.00 italiane, e si concluderanno attorno alle 5 di mattina. Nelle ore restanti Raisport 1 trasmetterà le repliche delle gare e momenti di approfondimento sempre dedicati a queste Paralimpiadi 2016. Rai 2 invece
dedicherà alle Paralimpiadi delle trasmissioni speciali in onda tutti i giorni dalle 9.00 alle 9.45 e dalle 1.30 alle 4.00 di notte con i momenti salienti, le premiazioni, le novità e gli approfondimenti dedicati ai giochi.

I giochi Paraolimpici saranno visibili anche in streaming sul sito web della RAI, che coprirà integralmente l’evento con trasmissioni in diretta. Nei giorni delle competizioni saranno attivati ben 8 canali in streaming per poter seguire tutte le competizioni in tempo reale, anche quelle che non potranno trovare spazio su Raisport 1 (visto che molte gare si svolgono in contemporanea è impossibile fornire una copertura totale su un singolo canale).

La prima edizione dei giochi Paraolimpici si è svolta a ridosso delle Olimpiadi di Roma 1960, ma solo dall’edizione di Seoul del 1988 le due manifestazioni sono state unificate dal CIO (Comitato Olimpico Internazionale), ed oggi ad ogni edizione condividono le stesse strutture e la stessa organizzazione. Nel 1976 in Svezia si è tenuta la prima edizione delle Paralimpiadi Invernali. Nel 2004 è nato dalla Federazione Italiana Sport Disabili il CIP, cioè Comitato Italiano Paralimpico. Per le Paralimpiadi di Rio 2016 sono previste 23 diverse discipline, ognuna suddivisa in modo da far competere fra loro gruppi di paratleti omogenei per categorie di disabilità. In totale si impegneranno in queste competizioni circa 4350 paratleti con diverse disabilità e provenienti da 176 paesi diversi.

Della Nazionale Italiana che prenderà parte a Rio 2016 faranno parte ben 101 paratleti impegnati in 14 delle 23 discipline previste: atletica leggera, canoa, canottaggio, ciclismo, equitazione, nuoto, sollevamento pesi, scherma, tennis, tennis da tavolo, tiro con l’arco, tiro a segno, triathlon e vela. Fra i più noti paratleti italiani presenti a quest’edizione c’è senza dubbio Alex Zanardi, celebre ex pilota di Formula 1. Dopo aver perso le gambe in un incidente in gara nel 2001, dal 2010 è impegnato come ciclista paraolimpico, e nelle Paralimpiadi di Londra 2012 ha vinto 2 medaglie d’oro e un argento.

Giulia Ghiretti, giovanissima promessa della ginnastica artistica, rimane paralizzata rompendosi una vertebra durante un allenamento a soli 16 anni. Oggi partecipa alle Paralimpiadi come nuotatrice.
Beatrice “Bebe” Vio, classe 1997, ha invece subito l’amputazione di gambe e avambracci in seguito ad una meningite contratta a soli 11 anni. Partecipa a Rio 2016 grazie a particolari protesi alle braccia ed è campionessa mondiale in carica di fioretto individuale paraolimpico.

Assunta Legnante ha partecipato come atleta alle Olimpiadi del 2008 a Pechino nel lancio del peso ed ha capitanato la nazionale italiana ai mondiali di Osaka nel 2007. Dopo avere perso la vista a causa di un glaucoma ha debuttato come atleta paralimpica a Londra 2012 vincendo l’oro nel lancio del peso e arrivano in finale nel lancio del disco. Giusy Versace, della nota famiglia di stilisti, perde entrambe le gambe in un incidente stradale nel 2005. Da allora ha partecipato alla decima edizione di “Ballando con le stelle” e, grazie a due speciali protesi di carbonio, ha partecipato come paratleta alle Paralimpiadi Londra 2012.

Anche nel caso di Martina Caironi è un incidente stradale la causa della disabilità. Dopo un esordio come pallavolista, perde infatti la gamba sinistra nel 2007 e si dedica all’atletica paralimpica. Vince l’oro nei 100 metri a Londra 2012 e due ori nei Mondiali Paralimpici di atletica a Lione nel 2013. Martina Caironi è stata eletta Atleta dell’anno nel 2015 e avrà l’onore di portare la bandiera tricolore durante la Cerimonia di Apertura delle Paralimpiadi di Rio 2016.

A causa del fuso orario la Cerimonia di Apertura del 7 settembre, prevista in prima serata a Rio, andrà in onda in diretta in Italia alla una di notte (dell’8 settembre), con l’accensione del braciere verso le 3.00. La Cerimonia si svolgerà allo stadio Maracana, mentre le competizioni avranno come teatro lo stadio olimpico che già ha ospitato Rio 2016. Le gare si chiuderanno come da tradizione con la maratona, e alla premiazione dei vincitori seguirà la Cerimonia di Chiusura, che andrà in onda invece nella notte fra il 18 e il 19 settembre.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti