Paura a Rio 2016: un infortunio choc sconvolge tutti

Stanno facendo il giro del web le immagini di quanto accaduto nella gara di sollevamento peso dei Giochi Olimpici.

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi piĆ¹ alti!
Fonte: Getty Images

L’infortunio choc capitato a Andranik Karapetyan nel corso della gara di sollevamento pesi a Rio 2016 sta sconvolgendo tutto il mondo dello sport.

L’atleta nel tentativo di sollevare 195 kg ha visto il suo gomito sinistro uscire dal braccio. Un grande dolore che l’armeno ha espresso con un grido fortissimo: tutti gli spettatori presenti sono rimasti con il fiato sospeso mentre i suoi allenatori sono immediatamente accorsi da lui per prestagli i soccorsi.  

L’infortunio capitato a Karapetyan non è però l'unico incidente choc capitato durante i Giochi Olimpici: qualche giorno fa non era affatto andata meglio a Ait Said, ginnasta di 26 anni.

Il francese nell'atterraggio dopo l'esecuzione di un volteggio ha riportato la frattura di tibia e perone della gamba sinistra, subito sotto il ginocchio. I paramedici hanno immediatamente bloccato l’arto di Said e lo hanno portato fuori in barella.

Intanto le gare proseguono e nessuna medaglia per l’Italia è arrivata da Federica Pellegrini: la nuotatrice ha infatti collezionato solo il quarto posto nella finale dei 200 metri stile libero.   

Al termine della gara la nostra portabandiera ha manifestato tutta la sua delusione: “Non so spiegare cosa è successo, ho avuto sensazioni completamente diverse dagli altri giorni. Sono morta, sono arrivata all'ultimo 50 che non ne avevo più. Molto strano. Mi sembra di vivere un incubo”.

E dopo la gara la Pellegrini si è sfogata anche sui social prima insultando un tifoso su Twitter e poi prendendosela anche con i giornalisti.

Chi invece è diventato un idolo del web è l’etiope Robel Kiros Habtel che si è presentato in una forma fisica tutt’altro che ottimale per uno sportivo del nuoto: 81 chilogrammi di peso – ostentati sull'addome piuttosto che sul pettorale – per 176 centimetri di altezza.

E il cronometro per lui è stato impietoso: il 24enne è arrivato infatti ultimo a ben 7 secondi dal penultimo classificato, il nepalese Sirish Gurung.

TAG:

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti