Paura e minacce per Bello Figo: annullato il concerto

Bello Figo, il rapper ghanese re dello Swag, ha dovuto annullare un concerto dopo aver ricevuto minacce pesanti

Fonte: Twitter

Paura per Bello Figo, il rapper di origine ghanese divenuto famoso sul web per le sue canzoni provocatorie, costretto a cancellare un concerto a causa di alcune pesanti minacce. Bello Figo si sarebbe dovuto esibire a Brescia, nel locale Latteria Molloy, il live però è stato annullato dai gestori del locale dopo aver ricevuto “vere e proprie minacce”. “Siamo spiacenti – hanno annunciato sulla loro pagina Facebook – di comunicare che lo spettacolo di Bello Figo previsto per venerdì 23 dicembre alla Latteria Molloy è stato annullato”.

A spingere gli organizzatori ad annullare la serata sarebbe stata la paura di eventuali ritorsioni e tafferugli a causa della presenza di Bello Figo sul palco. “Al di là delle possibili polemiche che avevamo messo in conto – hanno svelato i proprietari del locale – abbiamo ricevuto vere e proprie minacce che non ci permettono di far svolgere serenamente il concerto e garantire la sicurezza per il pubblico. Il clima di svago e divertimento che quell’evento avrebbe dovuto creare è stato irrimediabilmente compromesso”.

Dopo che la Latteria Molloy aveva annunciato il live di Bello Figo, sulla pagina Facebook del locale erano arrivati commenti razzisti e minacce (“spero venga chi dico io e che vi distrugga il locale” si legge ad esempio. Oppure: “mi auguro che qualcuno salga sul palco e lo prenda a schiaffi”). “Latteria Molloy – hanno spiegato – vuole essere un luogo di aggregazione, e non di divisione e di conflitto. Da qui la scelta di cancellare il concerto, o quantomeno di rimandarlo a tempi più sereni”.

Il re dello Swag, d’altronde continua a far discutere e divide il pubblico fra chi lo trova divertente e chi invece non lo sopporta proprio. A creare polemica non solo le sue canzoni sul referendum costituzionale, ma soprattutto quelle sulla questione immigrazione in cui, mettendosi dalla parte dei profughi rifugiati in Italia, cantava: “non pago l’affitto”, “non faccio l’operaio”, “voglio il wi-fi”. Già qualche giorno fa Bello Figo, ospite nel programma “Dalla Vostra Parte” di Maurizio Belpietro, si era scontrato con Alessandra Mussoli, che aveva criticato pesantemente le canzoni del rapper.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti