Paura per un ex bomber croato: rigettato il rene trapiantato

Ha segnato più di cento gol in carriera e ora è alle prese con la prova più difficile.

Fonte: Getty Images

E’ la partita più difficile della sua vita e lui la sta giocando con coraggio, come quando affrontava le difese avversarie e il suo unico obiettivo era gonfiare la rete facendo esultare uno stadio intero. Il protagonista è Ivan Klasnic, ex attaccante croato che oggi ha 36 anni e tre stagioni fa ha appeso gli scarpini al chiodo dopo l’ultima stagione disputata con la maglia del Mainz. Gli appassionati lo ricordano in particolare con la maglia del Werder Brema, dove ha giocato per sette anni vincendo uno storico campionato nel 2003/04, anno in cui ha conquistato anche la coppa di Germania.

Il calvario di Klasnic è iniziato nel novembre del 2006, quando gli è stata diagnosticata una disfunzione renale e si è dovuto sottoporre a un trapianto di rene donatogli dalla madre. Purtroppo le cose non sono andate nel verso giusto e pochi mesi dopo è stato nuovamente operato, ricevendo stavolta il rene del padre e tornando in campo a fine 2007. Per alcuni anni le sue condizioni erano migliorate, ma ora il rene donatogli dal padre ha causato una crisi di rigetto e la situazione si è aggravata.

Klasnic ha bisogno di un altro trapianto e nel frattempo si sta sottoponendo alla dialisi per tre volte a settimana. E’ in lista d’attesa per ricevere un organo compatibile, ma pare siano necessari diversi anni ed è una lotta contro il tempo.

La vita sta mettendo a dura prova un attaccante che nel corso della sua carriera ha segnato più di cento gol tra St. Pauli, Werder Brema, Nantes, Bolton e Mainz. Ha vestito anche la maglia della Nazionale croata mettendo a segno 12 reti, fra le quali due durante gli Europei del 2008 disputati in Austria e Svizzera. Tutti gli appassionati di calcio fanno il tifo per lui.

TAG:

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti