Pennacchi di acqua su Europa, la luna di Giove

Pennacchi d'acqua su Europa, la luna di Giove: la scoperta è fondamentale per futuri studi e per capire di più su un satellite molto particolare

Straordinaria conferma di un team di scienziati: intorno a Europa (una delle lune di Giove) ci sarebbero pennacchi d’acqua, che si diffondono nello spazio simili a dei geyser.

Quindi il serbatoio di acqua liquida del sottosuolo, che è presente sulla luna, sembra che si sfoghi con pennacchi di vapore al di sopra della sua superficie ghiacciata.

E se c’erano state già delle supposizioni in merito, a seguito delle immagini prodotte nel 2016 dal telescopio spaziale Hubble, che aveva immortalato quelli che sembravano dei geyser d’acqua, ora si aggiunge un ulteriore tassello.

Le nuove rivelazioni arrivano da un gruppo di esperti guidati dal dottor Xianzhe Jia, fisico spaziale dell’Università del Michigan ad Ann Arbor, e se n’è parlato in un articolo che è stato pubblicato su Nature Astronomy.

Ipotesi che sono nate grazie ad anomalie emerse da vecchi dati della missione Galileo della Nasa. Una scoperta che potrebbe essere fondamentale anche nell’ottica di ricerca di vita aliena. Infatti la presenza di acqua su Europa, non è l’unica cosa interessante. Alcune sue caratteristiche la rendono un satellite molto interessante e particolare. Come la ricerca che è stata pubblicata lo scorso anno dal Journal of Geophysical Reserch che spiega che la luna potrebbe essere caratterizzata dal sistema della tettonica a placche. Se fosse vero, potrebbe implicare un meccanismo che fa spostare nutrienti ed elementi costitutivi della vita. Inoltre sembra che l’oceano presente nel sottosuolo abbia tutti i materiali necessari per supportare un’ipotesi di vita. Così gli scienziati, grazie all’ultima scoperta dei pennacchi di acqua, potranno effettuare esperimenti sul materiale oceanico rilasciato nello spazio.

La missione Galileo della Nasa ha studiato Giove e le sue quattro lune dal 1995 al 2003. Di tutti i voli effettuati, 11 sono stati su Europa. Per il 2022 è prevista una nuova missione: Europa Clipper, che dovrebbe partire a giugno di quell’anno. Per arrivare fino a Giove impiegherà circa sei anni. A quel punto dovrebbe condurre 45 voli ravvicinati di Europa per valutare la presenza dei pennacchi e per poterne rilevare anche la composizione chimica. La missione sarà dotata di un radar che potrà penetrare per chilometri sotto la superficie della luna di Giove. Così Europa Clipper avrà un compito veramente importante: quello di fornire prove dirette e affidabili della presenza dei pennacchi, ma anche capire se su Europa ci siano possibilità di vita.

Pennacchi di acqua da Europa la luna di Giove

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti