Per colpa di Game of Thrones non potrai più vistare questo posto

I fan di Game of Thrones sarebbero capaci di tutto per non accettare la fine della storica saga, anche volare in Islanda alla ricerca di questo canyon

Il canyon islandese di Fjaðrárgljúfur un tempo era considerato una perla rara, un luogo assolutamente incontaminato e vergine, tuttavia da quando è stato scelto come location di alcune scene di “Game of Thrones” e ha fatto da sfondo al video di Justin BieberI’ll show you” nel 2015, questo posto incantevole si è trasformato in uno dei luoghi turistici più popolari del paese.

Stando a quanto riportato dall’Associated Press, l’Agenzia islandese per l’ambiente ha stimato che oltre 1 milione di persone hanno visitato il canyon a sud-est del paese da quando il cantante canadese è apparso nel famoso videoclip: moltissimi, infatti, sono stati i viaggiatori incauti che non hanno rispettato i divieti, oltrepassato staccionate e ignorato i segnali di pericolo pur di seguire il suo stesso percorso. E ora che “Game of Thrones” è definitivamente finito, ci si aspetta che arrivi una mole ancor più massiccia, incauta e pericolosa di turisti a visitare i luoghi mostrati nella serie HBO nonostante il fatto che attualmente sia vietato l’accesso.

Gli ambientalisti hanno portato avanti una campagna di sensibilizzazione (ecco cosa succede a Santorini contro lo sfruttamento degli asini dell’isola) affinché il territorio islandese, e più in particolare il canyon di Fjaðrárgljúfur, non venga distrutto o irreparabilmente danneggiato da turisti irrispettosi. Sono così stati disposti dei ranger a protezione della zona, ma questa misura non sembra sufficiente dato che ogni mattina vengono ritrovate impronte fresche: segno che i più coraggiosi, oltre ad infrangere la legge, sfidano anche la notte pur di scattare una foto.

Meriterebbero di essere confinati oltre la Barriera, no? Jon Snow conosce alquanto bene quel posto ed è anche un po’ colpa sua se il canyon rischia di essere rovinato per sempre.

In effetti, nell’episodio dell’ottava stagione dal titolo “Winterfell”, lo vediamo per la prima volta salire su uno dei due draghi di Danaerys (avete visto queste particolari uova di Pasqua ispirate a GOT?) e sorvolare il canyon divenuto oramai famosissimo, dunque possiamo far ricadere la “colpa” proprio sul guardiano della notte.

Anche nella stagione precedente, la location islandese è stata utilizzata per ospitare la leggendaria battaglia capitanata da Jon contro il Re della Notte al di là della Barriera. Il turismo legato ai più celebri luoghi delle serie tv non è una tendenza recente, ma considerato il successo mondiale di Game of Thrones è lecito correre ai ripari.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti