‘Per un pugno di dollari’ di Sergio Leone diventa una serie tv

Il grande cult della filmografia di Sergio Leone ‘Per un pugno di dollari’ potrebbe presto diventare una serie per il piccolo schermo.

1 Ottobre 2020
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

È il caso di dirlo: work in progress. Sono, infatti, in corso d’opera le trattative per il progetto televisivo che trasformerà ‘Per un pugno di dollari’ in serie per il piccolo schermo. Il grande classico del cinema firmato da Sergio Leone è, infatti, alle prime fasi di lavorazione per l’adattamento televisivo.

Poche, anzi, pochissime le informazioni trapelate finora. A produrre la serie tv sarà la Mark Gordon Pictures che vorrebbe sul progetto lo sceneggiatore Bryan Cogman, già al lavoro su ‘Games of Thrones’. Il piano, stando a quanto sappiamo, dovrebbe portare in televisione il remake a puntate dello storico titolo; una doppia sfida di adattamento, dunque, che promette di rispettare la trama di partenza.

Se così fosse, quindi, ritroveremmo tutti gli ingredienti alla “spaghetti western” che hanno caratterizzato il capolavoro di Leone. Ovviamente, però, si tratta di un lavoro immane proprio per il precedente cult entrato a buon diritto nella filmografia più iconica di tutti i tempi.

Lo straniero, le gang rivali, la città in preda al panico: questi gli elementi di base da mantenere. Ma chi prenderà il posto di Clint Eastwood, per esempio? Per niente facile trovare il volto perfetto che possa ricoprire il ruolo che fu della star hollywoodiana.

‘Per un pungo di dollari’ – cui seguirono gli altri due titoli de La trilogia del dollaro, ‘Per qualche dollaro in più’ e ‘Il buono, il brutto e il cattivo’ – vide la luce nel 1964 e contribuì a consacrare definitivamente Eastwood nell’Olimpo di Hollywood. Da allora non sono mai mancate pellicole che, più o meno velatamente, si sono ispirate ai lavori del regista italiano, amatissimo tra gli altri da Quentin Tarantino.

Insomma, lo sforzo produttivo da mettere in campo si preannuncia davvero importante e la curiosità di scoprire chi sarà a portare in tv il western è fin d’ora altrettanto alta.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti