Perché dovresti mangiare i fagioli neri

Ricchi di fibre e proteine come i loro cugini borlotti, sono però speciali grazie proprio alle sostenze che li rendono scuri

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

I fagioli neri sono fra gli alimenti più sani al mondo: questo è il parere di molti nutrizionisti, che hanno analizzato le proprietà di questo legume e le hanno trovate decisamente eccezionali.

Come ogni legume che si rispetti, anche i fagioli neri sono ricchi di proteine e fibre, mentre hanno poche calorie: aiutano il transito intestinale e regolarizzano i valori della glicemia. Secondo le direttive dell’OMS, i legumi devono essere inseriti in ogni dieta che possa definirsi salutare e la quantità non può essere inferiore  a una tazza e mezza di a settimana in una dieta non vegetariana e tre tazze a settimana in una dieta vegetariana (bisogna mangiarli assolutamente ben cotti, ecco perchè).

I fagioli neri però ci mettono anche del loro: sono infatti una preziosa fonte di amido resistente, che non viene alterato dai succhi gastrici. Questo è molto importante, perchè in genere l’amido aumenta l’indice glicemico degli alimenti che lo contengono e fa salire gli zuccheri nel sangue: nei fagioli neri questo non accade, quindi abbiamo i vantaggi dell’amido (alto valore energetico) senza gli svantaggi dovuti al picco glicemico.

Nei fagioli neri troviamo anche una grande quantità di fitonutrienti, dalla miricetina alla quercetina e al kaempferolo, fino agli acidi fenolici e alle saponine. A renderli straordinari però sarebbero le antocianine, un sottogruppo di flavonoidi che ne determinano il colore nero (Sciacquate sempre i legumi in scatola prima di mangiarli)

Fino a qualche anno fa era difficile trovare i fagioli neri sugli scaffali della nostra grande distribuzione: questo alimento appartiene infatti più alla tradizione culinaria delle Americhe, come quella creola dell’America centrale o del sud degli Stati Uniti e del Brasile. Oggi però, oltre a trovare i fagioli neri nei negozi specializzati in cucina etnica latinoamericana o nelle botteghe del commercio equo e solidale, basta guardare con attenzione nello scaffale dei legumi secchi o in scatola del vostro supermercato e probabilmente li troverete.

Potete consumarli assoluti, come i normali borlotti, o anche in insalate, in zuppe o in minestroni: tenete presente che i fagioli neri sono molto cremosi e se cotti a lungo assumono una consistenza molto morbida, che li rende perfetti per purè e hummus.

 

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti