Perché in alcune zone stanno cadendo uccelli morti dal cielo?

L'ultimo episodio è avvenuto in Galizia, e un video inquietante documenta l'acaduto

13 Dicembre 2021
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!
Fonte: 123rf

È a dir poco inquietante e degno di un film dell’horror quello che è accaduto in Galizia, in Spagna. Nella città di Ferrol più di duecento uccelli sono caduti a terra colpendo auto in sosta e persone che in quel momento si trovavano a transitare in zona.

Per la precisione il fatto ha avuto luogo su un tratto della strada Alcalde Quintanilla e nei giardini dell’ospedale Juan Cardona, nel quartiere di Caranza intorno alle 9 del 26 novembre scorso, come riporta il sito Today.it. Lo schianto degli uccelli al suolo è documentato da un video che sta facendo il giro del web.

La clip mostra lo stormo alzarsi in volo, però mentre alcuni proseguono il volo altri precipitano a terra. Un tonfo così violento che è stato scambiato per un tuono. Purtroppo però la realtà era ben diversa: decine di uccelli a terra o sulle auto. 127 quelli morti, altri invece vivi ma ormai incapaci di volare e con traumi evidenti alle ali e alle zampe. Gli esemplari sopravvissuti sono stati inviati al Centro di recupero della fauna selvatica di Oleiros nella città di La Coruna per essere curati e sottoposti ai test.

Anche quelli morti sono stati portati al centro specializzato. Per capire se si trattasse di avvelenamento sono stati prelevati campioni per le “analisi tossicologiche dei tessuti di cervello, cuore, polmone, trachea, rene e intestino”.

In un primo momento si è pensato che gli uccelli fossero stati fulminati o che fossero morti di influenza aviaria, ma entrambe le cause sono state escluse. A ottobre qualcosa di simile era successo in Crimea, dove migliaia di esemplari di uccelli erano stati ritrovati morti lungo una spiaggia.

E ancora nel febbraio del 2020 a Tarragona, in Catalogna, un centinaio di storni furono trovati morti al suolo, in quel caso però il motivo fu trovato in fretta. Gli animali attraversarono infatti una nube di composti tossici dovuta a una perdita verificatasi in un impianto petrolchimico. Non sembra però essere questa la circostanza che si è verificata in Galizia. Per saperne di più si attendono i risultati dei test.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti