Perché non devi eliminare il germoglio dall'aglio

In genere viene buttato, ma una ricerca spiega perché non è il caso di farlo

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

Quando acquistiamo l’aglio e lo mettiamo da parte in attesa di usarlo per le nostre pietanze, dopo qualche giorno lo vediamo germogliare, come si usa dire. Generalmente il germoglio dell’aglio viene buttato, eppure andrebbe conservato e usato proprio come l’aglio fresco. A dirlo ora, a parte qualche mamma o nonna più saggia, è anche una ricerca.

Si tratta di uno studio pubblicato dal Journal of Agricultural and Food Chemistry dell’ACS, e condotto da Jong-Sang Kim e dal suo gruppo di ricerca. Il titolo è decisamente esplicativo: “La germinazione dell’aglio è associata a una maggiore attività antiossidante e cambiamenti concomitanti nel profilo dei metaboliti”.

Questa ricerca è arrivata a concludere che l’aglio germogliato, proprio come altri studi che hanno dimostrato come fagioli e cereali germogliati abbiano una maggiore attività antiossidante, ha un’azione antiossidante più importante rispetto ai bulbi più freschi e più giovani. Non solo, ha anche metaboliti diversi, suggerendo che produce pure sostanze diverse.

Gli estratti di questo aglio, tanto per intenderci, hanno persino protetto le cellule in laboratorio da danni di vario tipo. “Pertanto, la germinazione può essere un modo utile per migliorare il potenziale antiossidante dell’aglio”, sostengono i ricercatori.

L’aglio germogliato dunque ha un’attività antiossidante ancora più salutare per il cuore rispetto alle sue controparti più fresche. Jong-Sang Kim e i suoi colleghi notano che la popolazione ha usato l’aglio per scopi medicinali per migliaia di anni. Ancora oggi le persone esaltano i benefici salutari di questo alimento. Mangiare aglio o assumere integratori di aglio viene percepito dall’opinione comune come un modo naturale per ridurre i livelli di colesterolo, la pressione sanguigna e il rischio di incorrere in malattie cardiache.

Non solo: l’aglio può anche rafforzare il sistema immunitario e aiutare a combattere il cancro, tutte qualità e proprietà che vanno ricondotte non solo all’aglio fresco ma anche e soprattutto a quello germogliato.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti