Perché si dice "Promoveatur ut amoveatur" citato da Papa Francesco

Il pontefice ha detto che questa pratica nella Curia romana è un cancro

Fonte: Copyright (c) APCOM.

Città del Vaticano, 22 dic. (askanews) – Nel suo discorso di auguri alla Curia romana, alla vigilia del suo quarto Natale da Papa, Francesco ha parlato di “Promoveatur ut amoveatur”. Nel dettaglio ha detto che “è indispensabile che ogni Dicastero adotti una politica di formazione permanente del personale, per evitare l’arrugginirsi e il cadere nella routine del funzionalismo”. “Dall’altra parte, è indispensabile l’archiviazione definitiva della pratica del promoveatur ut amoveatur. Questo è un cancro”.

“Promoveatur ut amoveatur” è un’espressione latina (“sia promosso affinché si possa allontanarlo”) con cui si allude a promozione o avanzamento di grado concessi con lo scopo di rimuovere una persona da una carica o da un luogo dove essa eserciti un’azione e un’influenza, spec. politica, che ai suoi superiori non sia gradita, o per allontanare un impiegato, un funzionario da un posto al quale si sia dimostrato inetto, nei casi in cui non si voglia o non si possa agire in modo diverso nei suoi riguardi. (Treccani)

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti